Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Larino centro Covid, ecco i perché della firma della consigliera Romagnuolo

| di Aida Romagnuolo
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
 
 
Ho firmato la richiesta di convocazione di un Consiglio Regionale monotematico inerente la realizzazione di un Centro Covid all' Ospedale Vietri di Larino che si terrà nei prossimi giorni.  In aula, precedentemente, io e il collega Nola avevamo votato contro, così come l'opposizione si era astenuta. Il mio voto era scaturito dal non aver avuto garanzie che venissero attivati tutti i servizi necessari per rendere funzionale la struttura ed inoltre, è bene ricordare e sottolineare, che il 3 aprile scorso è stata presentata una proposta di legge a firma di Michele Iorio, mia  e della collega Calenda  che aveva come oggetto " l' organizzazione della rete ospedaliera di emergenza nel Molise" nella quale, nello specifico, si chiede che il Vietri di Larino, funzionalmente collegato al presidio ospedaliero di Termoli, oltre alle attività proprie della Casa della Salute, ovvero assistenza infermieristica RSA e attività ambulatoriali multidisciplinari, deve garantire il primo soccorso h 24 con personale dedicato, l'attivazione della medicina per lungodegenza e riabilitazione ospedaliera, oculistica, laboratorio di analisi e terapia iperbarica. Inoltre, in data 11 novembre 2019, ben 7 mesi fa, ho presentato un ordine del giorno con il quale chiedevo l'implementazione di servizi sanitari nelle strutture ospedaliere del Molise e nello specifico, per il Vietri di Larino, l' attivazione di servizi sanitari tra cui un punto di primo intervento, la riattivazione della camera iperbarica, il potenziamento della riabilitazione, dell' hospice e attivazione di reparti e servizi. Per me va benissimo il centro Covid a Larino, purché si diano risposte immediate e concrete al territorio e ai nostri cittadini. L'importante, è ridare vita e linfa a quella struttura che è una delle eccellenze del nostro Molise, perché ha da sempre e comunque garantito una ottima sanità, posti di lavoro e guadagni a tutte le attività commerciali locali. Noi dei paesi limitrofi, ci siamo sempre serviti di quell'Ospedale,  l'abbiamo visto rinascere e quello sarà sempre il nostro Ospedale. Io, ed è un fatto risaputo,  non lo difendo solo da oggi, ma sono anni che lo faccio e parlano i fatti. Di questo problema ne ho parlato, dopo il mio voto contrario, con il Commissario Giustini per chiedere un suo interessamento per la realizzazione dello stesso Centri Covid, essendo mutate alcune situazioni. Se non dovesse andare a buon fine il centro Covid, lotteremo affinchè quella nostra meravigliosa struttura torni ad essere funzionale con l’implementazione di servizi e reparti. Io ci sono sempre stata e sempre ci sarò.

Aida Romagnuolo

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK