Pierfrancesco Favino gli occhi della storia, ecco il terzo libro per la collana di Molisecinema in programma dal 4 al 9 agosto a Casacalenda

| Categoria: Attualità
STAMPA
ESCE  “PIERFRANCESCO FAVINO. GLI OCCHI DELLA STORIA” IL PRIMO LIBRO
SULL’ATTORE  PER LA COLLANA DEL FESTIVAL MOLISECINEMA
 
 
 
il volume contiene saggi critici e testimonianze di: Marco Bellocchio, Marco
Tullio Giordana, Kasia Smutniak, Giuliano Montaldo, Ferzan Ozpetek e Maria
Sole Tognazzi
 
 
 
La 18° edizione del Festival si svolgerà dal 4 al 9 agosto 2020
 
 
 
È in arrivo il primo libro su Pierfrancesco Favino. Il volume, a cura di
Fabio Ferzetti e Federico Pommier Vincelli, s’intitola “Pierfrancesco
Favino. Gli occhi della storia” e contiene saggi critici, testimonianze e
approfondimenti inediti sull’attore. Sarà pubblicato nella collana
editoriale di MoliseCinema, edita da Cosmo Iannone Editore, e presentato in
occasione della 18a edizione del Festival, che si svolgerà dal 4 al 9 agosto
2020 a Casacalenda, in provincia di Campobasso.
 
Attore dell’anno, fresco del David di Donatello per la sua interpretazione
ne «Il Traditore» di Marco Bellocchio, Favino è appena stato nominato tra i
nuovi membri degli Academy Award, la prestigiosa giuria degli Oscar. Il
libro ne ripercorre la carriera attraverso 11 saggi critici e le
testimonianze di registi e colleghi. Tra queste un testo di Marco Tullio
Giordana e interviste a Marco Bellocchio, Giuliano Montaldo, Ferzan Ozpetek,
Kasia Smutniak e Maria Sole Tognazzi.
 
Gli 11 saggi, che analizzano la vasta filmografia dell’attore, sono firmati
da: Pedro Armocida, Elisa Battistini, Matteo Brighenti, Daniele Brogi,
Francesco Castelnuovo, Alberto Crespi, Federico Gironi, Federico Pedroni,
Federico Pontiggia, Ilaria Ravarino, Ermanno Taviani.
 
Il volume è completato da un’ampia e appassionante conversazione con i
curatori in cui lo stesso Favino racconta se stesso e la sua idea di cinema,
con ricordi, aneddoti, retroscena sui film interpretati e riflessioni sul
ruolo dell’attore, sul rapporto con i registi, sulla storia italiana
raccontata attraverso le sue interpretazioni. Da Il traditore a Hammamet,
vere e proprie “biografie di una nazione”, ai film corali, dai personaggi
della Roma più oscura alle commedie, le pagine del libro ripercorrono una
carriera lunga e variegata.
 
Dopo il libro su Elio Germano e quello su Alba Rohrwacher, Molisecinema
continua a esplorare il mondo degli attori, con un viaggio attraverso la
carriera di uno tra più talentuosi, eclettici e versatili interpreti del
cinema italiano.
 
In un anno complesso come questo, a causa della pandemia, MoliseCinema si
svolgerà in forma ibrida in parte live, in parte on line. Diretto da
Federico Pommier Vincelli, il Festival rientra è organizzato
dall’Associazione MoliseCinema. Promosso da Regione Molise e Comune di
Casacalenda, ha il patrocinio e il contributo della Direzione Cinema del
Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK