Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Amministrative Agnone:Scarano inizia la campagna elettorale all'insegna del politically correct,ieri la presentazione dei candidati

Condividi su:

Nonostante le misure restrittive a contrasto del Covid 19, la presentazione della lista  Agnone Identità e Futuro e del candidato sindaco Vincenzo Scarano, è stata  partecipata rispettando le norme restrittive previste dal governo relative al divieto di assembramenti e l'obbligo della mascherina. La sede elettorale del gruppo politico conteneva una quindicina di sedie  posizionate a debita distanza, ma fuori  sul marciapiede antistante, senza assembramenti, molti erano i supporter della lista, debitamente sparpagliati. In prima fila i maggiori sostenitori dell'Avv Scarano , la moglie prof Stefania Flammia e il figlio, il piccolo Michele che osservava con interesse l'avvenimento e il papà leggermente emozionato ma che non ha mai perso la freddezza che richiedeva il momento. Del resto il lavoro di avvocato che svolge e la precedente esperienza politica come consigliere di minoranza al comune di Agnone, gli consentono un approccio tranquillo anche con un pubblico vasto. 

 Apprezzabile la sua conduzione dell'evento politico che lo coinvolgeva in prima persona e lodevole la sua eleganza politica, che gli ha consentito di non attaccare mai i suoi  odierni avversari politici e diretti competitor allo scranno di  palazzo San Francesco, anzi ha speso parole che nascondevano un leggero rammarico per non avere allo stesso tavolo e nella stessa lista una forza politica come Nuovo Sogno Agnonese che gli ha fatto dire:" non abbiamo raggiunto la perfezione, la perfezione avrebbe voluto con noi una altra forza politica"  forza politica con la quale ha condotto battaglie dai banchi dell'opposizione, alla maggioranza dell'ex sindaco Marcovecchio, fino ad arrivare ad una azione congiunta con la partecipazione di una parte della maggioranza stessa che ha portato al defenestramento dell'ex sindaco e alle elezioni anticipate. Nonostante i numerosi incontri con il gruppo di Nuovo Sogno, la quadra per un accordo politico-programmatico non si è raggiunta. E' chiaro che su questo argomento le verità raccontate dai vari gruppi, sono diverse, ma propendiamo a credere che quando avviene un divorzio, le responsabilità non sono a senso unico.

 Ieri Scarano più che se stesso, era evidente che  ci teneva a presentare la sua squadra, probabilmente per far emergere che le donne  e gli  uomini che compongono la sua lista non fanno della politica una professione, bensì tutti i candidati/e sono impegnati in vari settori produttivi. Anche se a nostro avviso non vi è nulla di scandaloso se si fa della politica una attività che impegna a tempo pieno, ma fatta con onestà e competenza, perchè la politica fatta con la P maiuscola, richiede preparazione, conoscenze, onestà e trasparenza.

 In sala oltre ai supporter, il consigliere regionale di opposizione M5S Andrea Greco, stretto alleato in questa tornata elettorale del gruppo Agnone Identità e futuro. I due gruppi hanno stretto una alleanza di programma e di candidati in lista a supporto dell'alleanza programmatica. Greco nel suo veemente intervento, ha chiesto scusa ai cittadini per non essere riuscito, nonostante gli sforzi, a creare una casa comune con tutte le forze in campo, ma le accuse per il fallimento di una lista civica comprendente tutte le forze innovative,  non sono state del tutto velate nei confronti di Nuovo Sogno Agnonese, candidato sindaco Saia e ha dato tutto il suo sostegno alla lista di Scarano, come cittadino agnonese,come consigliere regionale e come appartenente ad un gruppo politico che governa con una alleanza con il Partito Democratico, il paese Italia.

 In sala presenti anche l'ex sindaco di Agnone, dott Gelsomino De Vita e la moglie Prof Florinda Vecchiarelli. De Vita alla fine della presentazione dei singoli candidati è stato invitato a parlare, l'invito e' stato accolto e nel suo breve intervento si è differenziato su alcune posizioni politiche precedentemente espresse  dall'ex manager e presidente del Circolo San Pio Di Agnone, Enzo Delli Quadri, riguardanti, l'utilità o meno dell'esistenza di una "regioncella" come il Molise, ma ha espresso apprezzamenti sulla composizione della lista che si avvicinava a suo dire, a quello che rappresenta il futuro di Agnone: una lista civica con le migliori forze in campo, che l'ex sindaco auspicava molto più ampia, composta dalla metà da giovani candidati e l'altra metà da veterani. 

I candidati, alcuni assenti a varie ragioni, una parte di loro molto giovani, provenienti dalle libere professioni, dal mondo dell'impresa, dalla sanità, case di riposo, turismo,hanno motivato la scelta a candidarsi e affrontato in qualche modo alcuni argomenti programmatici sui quali una volta eletti, vorranno impegnarsi, incidere,costruire, modificare in meglio per dare respiro ad una realtà economica, sociale, culturale, asfittica come oggi quella di Agnone. Dal clima,dai discorsi fatti,dal linguaggio utilizzato, la competizione è aperta  ma eccetto alcuni  sgradevoli eccessi e qualche inutile, evitabile battuta sui competitor, registrati,  la presentazione della lista si è svolta in un clima di dialettica civile e democratica, politically correct.

Alla fine noi di Altomolise.net abbiamo chiesto al candidato sindaco Scarano  a quando la presentazione analitica sul programma, su scuola, sanità, turismo, impresa, livelli occupazionali, la sua risposta e' stata " lo faremo al più presto"

Guarda la diretta

https://www.facebook.com/altomolise/videos/814222322652140/

Condividi su:

Seguici su Facebook