Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

SANITÀ PRIVATA: a distanza di dieci mesi dal rinnovo del “CCNL SANITÀ PERSONALE NON MEDICO”, i dipendenti ancora non ricevono quanto loro dovuto" la denuncia del sindacato

Condividi su:

i dipendenti ancora non ricevono quanto loro dovuto. Nelle strutture accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale nella nostra Regione, facenti capo all’Associazione datoriale AIOP e ARIS, a distanza di DIECI mesi dalla firma definitiva del rinnovo del contratto, ai dipendenti non è stato ancora riconosciuto quanto dovuto. Come noto, il CCNL disciplina, a livello nazionale, il rapporto di lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti delle case di cura private, dei centri di riabilitazione e degl’IRCCS. Congiuntamente Antonio AMANTINI, segretario regionale FP Cgil Abruzzo Molise e Anna VALVONA, segretario generale aggiunto Cisl FP Abruzzo Molise, dichiariamo che dopo lunghi 14 anni dall’ultimo rinnovo contrattuale, l’intesa raggiunta restituisce la dignità ed il riconoscimento economico che per tutti questi anni sono stati loro negati. Tuttavia, ancora oggi dopo diversi incontri con i datori delle strutture, dobbiamo constatare che solo due delle strutture accreditate, ovverosia Villa Esther di Bojano e Villa Maria di Campobasso, hanno ottemperato a quanto previsto dal contratto. Nonostante la nostra disapprovazione ai tavoli, oggi siamo venuti a conoscenza che l’IRCCS NEUROMED di Pozzilli non ha provveduto ad elargire tutto quanto previsto dal rinnovo, limitandosi a corrispondere ai propri dipendenti una somma parziale, per di più rateizzata, non rispettando correttamente le disposizioni contrattuali. La scelta di corrispondere le somme in modo parziale e rateizzate vede la netta contrarietà di due delle tre organizzazioni sindacali che quel contratto lo hanno firmato.

Condividi su:

Seguici su Facebook