Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La variazione della data della "Ndocciata" infiamma il dibattito ad Agnone tra favorevoli e contrari

Condividi su:

Il grande rito del fuoco, "La  'Ndocciata" infiamma anche il dibattito ad Agnone.

 La proposta partita dall'amministrazione Saia è quella di spostare la data della manifestazione dall'8 dicembre al secondo sabato del mese, quest'anno cadrebbe il 10 dicembre

 E' dal 1998  che si svolge la famosa manifestazione l'8 dicembre, giorno del'Immacolata e ad Agnone si assiste ad uno degli spettacoli più suggestivi esistenti tale da essere definito ”Patrimonio d'Italia per le tradizioni".

 La storica tradizione fa riferimento ad un mondo contadino che la notte della Vigilia di Natale, dalle contrade di campagna arrivava ad Agnone a piedi o con l'asino per assistere alla Messa della Mezzanotte illuminando la notte con delle torce preparate con delle listarelle di legno di abete

 La “Ndocciata si è tenuta sempre e storicamente il 24 dicembre. La tradizione però si è parzialmente modificata. 

La data dell'8 nacque a seguito della visita di Papa Giovanni Paolo II  ad Agnone, nel marzo del 1995. L'anno successivo, il 1996, per commemorare la venuta di Papa Giovanni Paolo II ad Agnone,  La Ndocciata, con una organizzazione che coinvolse tutti, i cittadini,  associazioni,  Pro Loco, Comune e regione,  fu portata a Roma in piazza San Pietro. 

Da li è nata la tradizione di fare la grande Ndocciata l'8 dicembre per ricordare quella di Piazza San Pietro. E per rafforzare il legame tra Agnone e  il mondo cattolico, e nell'anno 2000 si celebrò la Ndocciata legata al grande Giubileo

 Ora, a distanza di molti anni, circa 24, l'amministrazione fa una nuova proposta di modifica, quella, come sopradetto,  di fissare la data dello svolgimento della grande manifestazione, il secondo sabato del mese di dicembre.

 Le motivazioni di tale cambiamento  sono legate a questioni pratiche, si suppone, ne sapremo di più in una riunione pubblica che si terrà a breve, dove il Sindaco, Daniele Saia, comunicherà ufficialmente le motivazioni che spingono l'amministrazione ad apportare delle modifiche rispetto al passato. Intuibile e' il fatto che se la manifestazione si svolge di sabato sera, il gran numero di turisti che arrivano per assistere allo spettacolo, non hanno la necessità di ripartire immediatamente dopo il rito del fuoco per rientrare nei paesi e città di provenienza, pressati dal rientro al lavoro il giorno successivo.

 Quest'anno tra l'altro osservando il calendario, la scelta cadrebbe in una congiuntura favorevole per permettere ai visitatori  di organizzarsi su un  weekend lungo, a partire da mercoledì 7 fino al 10 di dicembre. Questo darebbe la possibilità di assistere all'evento anche a tutti gli agnonesi che vivono a centinaia di km dal proprio paese natio. Il cambio della data sarebbe favorevole anche ad un incremento della microeconomia territoriale favorendo un turismo legato agli eventi . A questa proposta si oppone uno zoccolo duro di popolazione che contesta lo spostamento della data in nome della tradizione e del ricordo dello straordinario evento della Ndocciata di piazza San Pietro e la figura del Papa legata a tale manifestazione . Comunque la Ndocciata e' stata esportata fuori regione, non solo in piazza San Pietro a Roma nel 1995, ma nel settembre 2015 circa  500 fiaccole,  trasportate da 135 ndocciatori, suddivisi in cinque gruppi in rappresentanza delle cinque contrade,  illuminarono il cielo milanese sfilando lungo le sponde del porto della città in occasione dell'EXPO' e la manifestazione ebbe un  grande successo e una risonanza mondiale.

Resistono al cambiamento perchè a loro dire la variazione della data dell'evento potrebbe rivelarsi controproducente per la riuscita della manifestazione stessa. In ogni caso cambiare una data ad un evento non significa annullare cio' che è stato, il passato serve come guida per andare avanti e migliorarsi . Belle niziative sono state ,quella romana e  milanese che hanno fatto conoscere Agnone nel mondo, sarà necessario in futuro programmare altrettanti eventi per lo sviluppo del nostro territorio.

 Comunque chi legge e' favorevole oppure contrario?

Condividi su:

Seguici su Facebook