Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Pasqua e Pasquetta nel cuore dell'Alto Molise: le Cascate del Verrino, le Fonderie del Rame e il Monte Castel Barone trasformati in veri gioielli naturalistici

Condividi su:

 

Il Comune di Agnone si sta distinguendo per la sua visione innovativa nel promuovere lo sviluppo socio-economico delle zone montane attraverso progetti mirati e finanziamenti adeguati. Grazie alle risorse provenienti dal CIPE n. 66/2019 - Fondo Nazionale della Montagna, destinate alle annualità 2016-2017-2018-2019, Agnone ha ricevuto un finanziamento di circa 70 mila euro per la valorizzazione naturalistica delle aree circostanti le Cascate del Verrino, le Fonderie del Rame e il Monte Castel Barone.

Questo finanziamento ha permesso la trasformazione di questi luoghi in autentici gioielli naturalistici, resi accessibili a residenti e turisti grazie a una serie di interventi concreti. Il progetto, ideato e presentato dal Comune di Agnone, ha visto il tracciamento e il ripulimento dei sentieri, l'installazione di staccionate in legno lungo i percorsi, la posa di cestini per la raccolta dei rifiuti e la creazione di aree picnic dotate di tavoli e panche in legno.

Particolarmente significativa è stata l'installazione di un casotto per la raccolta dei rifiuti presso le Cascate del Verrino, a testimonianza dell'impegno del Comune di Agnone verso la tutela dell'ambiente e la promozione di comportamenti sostenibili.

. Con i lavori quasi ultimati, le tre aree naturalistiche saranno pronte ad accogliere i visitatori a partire da Pasqua e Pasquetta 2024, offrendo loro la possibilità di scoprire la bellezza e la ricchezza di questo territorio montano.

Il Comune di Agnone  è esempio virtuoso di come investire in progetti di valorizzazione del territorio possa portare benefici tangibili sia in termini di sviluppo economico che di salvaguardia dell'ambiente, contribuendo così a promuovere il turismo sostenibile e a migliorare la qualità della vita dei cittadini locali.

Condividi su:

Seguici su Facebook