Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Settimana Santa, la Passione di Fabio Verdone stupisce ancora

Teatro Italo Argentino stracolmo. Commozione e applausi a scena aperta per la rappresentazione voluta dai 'Giovani agnonesi'

Condividi su:

AGNONE. La Passione stupisce ancora.
È stato proprio altomolise.net, pochi giorni fa, a promuovere lo spettacolo teatrale che da anni ci rende partecipi della Pasqua Eucaristica: la Passione, un recital, diretto dal regista Fabio Verdone, che anno dopo anno stupisce i suoi concittadini con dei veri e propri capolavori.
Proprio ieri, infatti, il regista ha riempito la sala del teatro Italo-Argentino di Agnone con numerosi spettatori; perfino la galleria era stracolma di curiosi spettatori che hanno attesa con ansia un sipario che tardava a salire.

Così, dopo aver aspettato a lungo in agonia, le tende si sono accostate e lì, davanti ai nostri occhi, abbiamo ripercorso la vita di Gesù partendo dall’avvento, passando per le Nozze di Cana, l’ultima Cena quindi la crocifissione e la Resurrezione.
Inutile dedicare altre parole alle scene (in questa edizione ben 22) poiché dobbiamo ammettere che ci è impossibile ricreare lo scenario del quale ieri siamo stati partecipi; gli attori, quasi tutti nostri giovani concittadini, hanno infatti interpretato magistralmente le loro parti; musiche ci hanno scaraventato, insieme alle luci ed ai nostri amici attori, direttamente nella Palestina del 33 d.C.

Come dicevamo prima, nonostante la lingua italiana sia una di quelle che abbia il maggior numero di lemmi, è difficile trovare parole capaci di ricreare effetti che solo il teatro, magistralmente preparato, è capace di dare. Purtroppo, non riusciremo mai a raccontare perfettamente ai nostri lettori cosa si siano persi ieri non andando all’Italo-Argentino dove una cosa è emersa: non siamo solo un paese di artigiani bensì anche una landa di terra di artisti. Solo persone del calibro di Fabio Verdone, riescono a creare dei veri e propri gioielli teatrali su un palcoscenico con un arredo di scena fatto prevalentemente di quattro massi ed un arbusto; ebbene si quella di Fabio Verdone, è stata una Passione di pura maestria.

Condividi su:

Seguici su Facebook