Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Scandalo mattatoio, la struttura resta chiusa malgrado le promesse dell’Amministrazione comunale

Tonino Scampamorte: “Si rischia il collasso del comparto zootecnico”

redazione
Condividi su:

AGNONE. Stalle piene di animali da macellare con l’intero comparto zootecnico che rischia il collasso. L’allarme è lanciato dal consigliere di minoranza del Comune di Agnone, Tonino Scampamorte in merito alla mancata riapertura del mattatoio comunale. Un vero e proprio caso che continua a suscitare il malcontento di allevatori e titolari delle macellerie costretti a recarsi nei paesi limitrofi per macellare i capi di bestiame. Una situazione non più sopportabile che grava sulle tasche degli stessi operatori del settore. Come ben si ricorderà la struttura comunale è stata chiusa all’indomani del periodo pasquale per gravi carenze igienico-sanitarie. Tuttavia malgrado le promesse fatte dall’Amministrazione comunale in merito ad una riapertura non sono seguiti fatti concreti. Il tutto alla vigilia di un periodo, come quello del mese di agosto, dove la macellazione viene triplicata. “Nonostante le manifestazioni di interesse fatta da privati per la gestione della struttura, la maggioranza di centrosinistra continua a fare orecchie da mercante – dichiara Scampamorte –. Un fatto inconcepibile che rischia di far morire un comparto trainante per l’economia locale. Al sindaco e agli assessori comunali chiediamo un confronto urgente – conclude – affinché si possa trovare una soluzione rapida”.

Condividi su:

Seguici su Facebook