Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Giovanni Di Giandomenico cittadino onorario di Carunchio

Domani la cerimonia e a seguire il concerto d'organo del maestro Luigi Petta

Condividi su:

CARUNCHIO - Una giornata dedicata alla cultura quella prevista per domani a Carunchio.

Presso la sala consiliare del Comune, infatti, il magnifico rettore dell’università telematica “Pegaso”, il professor Giovanni Di Giandomenico, diventerà cittadino onorario del piccolo borgo dell’Alto Vastese.
Di Giandomenico, uno dei massimi conoscitori e studiosi del diritto della navigazione in Italia e in Europa, già titolare di cattedra all’Università degli Studi del Molise e professore associato in altri importanti atenei, già presidente della giunta regionale del Molise e assessore regionale alla sanità, nonché segretario regionale della Dc, è nato proprio a Carunchio nel 1941.
Impegnato, dunque, ad altissimi livelli, sia in ambito accademico che politico, Di Giandomenico rinsalda oggi, grazie alla cerimonia prevista e voluta dall’amministrazione comunale guidata da Gianfranco D’Isabella, i legami con il suo paese natale. Saranno presenti i rappresentanti delle istituzioni politiche di Abruzzo e Molise, alcuni dei quali sono proprio gli allievi del professor Di Giandomenico, vicino, quando faceva politica attiva, alla corrente Dc rappresentata da Fanfani. Dopo la cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria in programma a partire dalle ore 11, è previsto un evento musicale celebrativo, un concerto-aperitivo con l’esecuzione all’organo “Francesco d’Onofrio”, del maestro Luigi Petta. Il concerto avrà luogo presso la chiesa di San Giovanni Battista, dove è custodito il prezioso organo realizzato nel ‘600 da maestri molisani provenienti da Caccavone, oggi Poggio Sannita, e restaurato nel ‘700 da Francesco D’Onofrio. In programma musiche di autori italiani, francesi e tedeschi dell’epoca rinascimentale e barocca.

 

effebottone@gmail.com

Condividi su:

Seguici su Facebook