Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Luminarie di Natale pericolose, maxi sequestro della Finanza

Cinque commercianti di nazionalità cinese sono stati segnalati alle competenti autorità

redazione
12/12/2013
Attualità
Condividi su:
redazione

Circa 2.100 articoli natalizi di
natura elettrica ed elettronica sono stati sequestrati dalle
Fiamme Gialle del Comando provinciale di Chieti , al termine di una serie di interventi ispettivi,
perche' non rispondenti agli standard qualitativi della
sicurezza, e come tali potenzialmente nocivi. Luci e luminarie
natalizie, esposti negli scaffali degli esercizi commerciali
controllati, ubicati nei comuni di San Giovanni Teatino,
Francavilla al Mare, Lanciano e Vasto, sono risultati privi
delle istruzioni e prescrizioni in lingua italiana oltre che
della marcatura CE. I responsabili - 5 soggetti di nazionalita'
cinese - sono stati segnalati alle competenti autorita'
amministrative. I militari si sono avvalsi del sistema europeo
di allerta rapida per i prodotti di consumo pericolosi
denominato "Rapex", grazie al quale le autorita' nazionali
notificano alla Commissione europea i prodotti che
rappresentano un grave rischio per la salute e la sicurezza dei
consumatori. Successivamente le informazioni ricevute ai punti
di contatto nazionali degli altri Stati membri vengono
pubblicate su internet in appositi riepiloghi settimanali,
permettendo un'identificazione tempestiva e un rapido ritiro
dal mercato dei prodotti a rischio, come ad esempio giocattoli
per l'infanzia, prodotti tessili, prodotti elettrici ed
articoli di moda che non rispettano le norme di sicurezza. Le
attivita' di controllo hanno riguardato anche il contrasto al
lavoro nero o irregolare. E'in corso la verifica della
posizione contributiva di 20 soggetti di nazionalita' cinese,
identificati nel corso delle ispezioni. Il Comando provinciale
di Chieti nel corso del 2013 ha eseguito 12 controlli in
materia di sicurezza prodotti, sequestrando complessivamente
oltre 3.600 articoli di varia natura e segnalando alle
autorita' competenti 8 persone.

Condividi su:
redazione

Seguici su Facebook