Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Reato prescritto, Michele Iorio torna in Consiglio regionale

L'ex presidente della Regione era stato condannato per abuso di ufficio. La Cassazione ha ribaltato la sentenza di primo grado

redazione
Condividi su:

CAMPOBASSO - La Cassazione ha dichiarato prescritti i reati contestati all'ex presidente della Regione Molise, Michele Iorio, per il caso Bain&Co. La vicenda ruotava attorno a due delibere della giunta che affidavano incarichi alla società presso la quale lavorava il figlio Davide.

Annullata, quindi, senza rinvio, la condanna a 1 anno e sei mesi per abuso d'ufficio. Iorio potrà tornare in Consiglio regionale da dove era sospeso per effetto della legge Severino dopo la condanna in appello.

"Emozionato e felice. Ora posso rientrare in Consiglio e tornare a rappresentare la mia gente nelle Istituzioni. Avrei preferito una sentenza di assoluzione".

Così l'ex governatore Michele Iorio commenta la sentenza della Cassazione che cambia l'assetto dell'assemblea molisana: fuori Nico Romagnuolo, dentro l'ex governatore. Intanto il Codacons, parte civile nella vicenda Bain&Co, commenta: "I giudici della hanno stabilito che Iorio dovrà risarcire i danni; la vicenda non finisce qui". (FONTE ANSA) 

 

Iorio in Consiglio regionale, Frattura: ora un confronto costruttivo e sereno per il bene del Molise

“Il mio saluto di bentornato a Michele Iorio. Con la sentenza della Suprema corte torna a sedere nei banchi del Consiglio regionale, oggi a rappresentare la prima forza di opposizione.

Sono certo che non mancherà la sua collaborazione per la costruzione del bene che dobbiamo, maggioranza e minoranza, garantire a tutti i cittadini del nostro Molise, attraverso un sano e proficuo confronto politico. Con l’auspicio che il dibattito si rassereni con i toni consoni delle Istituzioni, ben lontani da certe asprezze degli ultimi tempi.

Un ringraziamento affettuoso al consigliere Nico Romagnuolo per l’impegno profuso in questi mesi come componente della nostra Assemblea legislativa”.

 

E questo è il commento del presidente della Provincia di Isernia, Luigi Mazzuto.

Esprimo grande soddisfazione per il rientro di Michele Iorio in Consiglio regionale. Il mio compiacimento è rivolto non tanto all’uomo politico ma soprattutto alla sua grande figura umana. Michele Iorio in questi anni ha lavorato alacremente per la sua gente, rappresentando con ammirevole autorevolezza, ai tavoli istituzionali nazionali e internazionali, i problemi che attanagliano la nostra regione.

Ritengo che la sentenza della Cassazione ridia dignità a lui, come uomo prima di tutto, e alla sua famiglia.
Al Consigliere regionale Michele Iorio, auguro di poter continuare a operare per il bene della nostra collettività, certo anche del fatto che d’ora in avanti la provincia di Isernia avrà un altro referente in Consiglio regionale.

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook