Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Molise degli opposti: da zero candidati a cinque per 100 abitanti

I casi di Sant'Angelo del Pesco e Castelverrino

redazione Alto Molise
Condividi su:

Cinque candidati sindaco per 127 residenti, di cui 100 aventi diritto al voto. Succede a Castelverrino, piccolo comune della provincia di Isernia, dove il numero delle liste è lievitato nonostante il paese sia tra i più piccoli d'Italia. Nessun accordo tra le varie forze politiche locali, ma tutti separati ai nastri di partenza per contendersi poche manciate di voti. Considerato che ogni lista deve avere minimo 7 membri (più il candidato sindaco), restano ben pochi 'semplici votanti' non candidati.
E, appunto perché il Comune è piccolo, chi andrà alle urne dovrà fare molta attenzione a distinguere tra cognomi tutti uguali. Già tre dei cinque candidati alla carica di primo cittadino hanno lo stesso cognome, figurarsi i 35 che aspirano a un posto nel consiglio. Questi i capolista: Antonio Pannunzio, Mino Pannunzio, Carmen Pannunzio, Maurizio Misischia ed Emiliano Massella.

Situazione opposta a Sant'Angelo del Pesco: 370 residenti e nessuna lista ai nastri di partenza. Nessuno ha deciso di sostenere il peso della candidatura e a breve arriverà il commissario prefettizio che oltre all'ordinaria amministrazione provvederà a indire nuove elezioni.

Condividi su:

Seguici su Facebook