Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Dinamismi alla Regione: Fermate l'invasione dell'eolico nel Chietino

Il comitato di Castelguiodone chiede di bocciare i due progetti di Montazzoli e Civitaluparella

Condividi su:
CASTELGUIDONE - «Ancora speculazioni sull'eolico sul territorio della provincia di Chieti». A rilanciare l'allarme è il comitato Dinamismi di Castelguidone. «Domani, 9 novembre, il Comitato Valutazione impatto ambientale della Regione Abruzzo esprimerà il parere su due parchi eolici industriali: il progetto presentato dalla “Civitaluparella Wind srl” a Civitaluparella e il progetto presentato da “Fera srl” a Colle di Mezzo-Montazzoli. - spiegano i componenti del comitato di Castelguidone - Per il primo, che prevede l’installazione di dodici aerogeneratori, il Comitato Via ha già espresso, il 29/06/2010 con il Giudizio n° 1506, parere “favorevole con prescrizione” evidenziando delle difformità nel progetto che la società proponente dovrà dimostrare di aver sanato. Per il secondo, che prevede l’installazione di cinque aerogeneratori, il Comitato si esprimerà per la prima volta. Per questo progetto il comitato Dinamismi ha presentato le osservazioni al Via in cui ha evidenziato le criticità riscontrate: l’impianto ricade completamente nell’IBA “Majella”; è al confine con il SIC “Monte Pallano e Lecceda D’Ischia Di Archi”; ricade in una zona in cui è presente il Vincolo Idrogeologico e Paesaggistico. Inoltre nel progetto non si fa riferimento all’effetto cumulo con gli altri impianti confinanti; in realtà si potrebbe parlare di un unico impianto che senza soluzione di continuità si estende da Schiavi di Abruzzo fino all’estremo Nord del territorio di Mon­teferrante, per un totale di 188 torri eoliche, a cui si andrebbero ad aggiungere le 5 torri previste da questo progetto. Chiediamo pertanto alla Regione Abruzzo – Ufficio di Valutazione Ambientale di non concedere l’autorizzazione alla realizzazione di questi due ulteriori impianti eolici».
Condividi su:

Seguici su Facebook