Il centrosinistra: piena solidarietà al presidente Frattura

Piena fiducia nei mezzi della regione che punta ad un effettivo rilancio

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

Il centrosinistra molisano decide di schierarsi apertamente con il presidente Frattura declassando i commenti dei parlamentari contrari a uscite puramente estemporanee. Il partito molisano ha sofferto molto in passato seguendo delle idee che si sono rivelate fallimentari e talvolta eccessivamente aperte alla collaboraizone. Fanno sapere dalla segreteria del partito che non ripeteranno quegli errori.

Non ci divideremo in questo momento di difficoltà. - cointinua il documento congiunto - Staremo saldamente al fianco del Presidente e del Governo regionale perché servono autorevolezza e forza per risolvere i problemi, e perché occorre non dare un vantaggio al centrodestra. Lo pensa la segreteria regionale. Lo pensa quella nazionale, nella persona dei due vicesegretari Serracchiani e Guerini. Lo pensano i consiglieri regionali che bene hanno fatto a blindare il Presidente. Avevamo chiesto pubblicamente che i consiglieri del Pd si esprimessero in questa direzione per ritenersi in accordo col partito. Così è stato. Sono innanzitutto loro che oggi sconfessano le uscite dei parlamentari appartenenti in maggioranza alla stessa area interna del partito, quella che ha perso il congresso. Oggi – aggiunge la Segreteria Pd - unità e forza le chiedono il Partito, ma la chiedono anche Scarabeo a Ruta, Petraroia a Leva, Totaro a Venittelli. Si può svolgere una sola parte in commedia. E oggi è il momento della chiarezza. Chi é fuori da questa linea – conclude la Segreteria - ad ogni livello si pone in contrasto, ora e per il futuro, con la squadra, il disegno e le prospettive del Partito Democratico, al governo in Italia e in Molise”.

Anche il figlio dell'ex magistrato Antonio Di Pietro dopo le tensioni di questi ultimi giorni tra Ruta e Frattura, si schiera apertamente con quest'ultimo affermando che "Il mio appoggio al presidente Frattura non è solo alla persona onesta che è, ma ad un governatore che con la forza di idee innovative e di principi morali sta tirando fuori dal baratro la regione Molise”.

Il consigliere regionale asserisce inoltre che i primi due anni di gestione sono serviti al presidente per poter metter mano e quindi risistemare tutti i 'conti e le carte'. Conclude, infine, dicendo che da oggi comincerà una vera e propria fase di rilancio per l'intero Molise che durerà quanto la legislatura.

 

redazione

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK