Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Gli italiani amano lo streaming, a dimostrarlo sono i numeri

Breve indagine sul rapporto tra cinema e italiani

| di Carla R
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Nonostante l'esplosione dei cinema multisala e del 3D, amatissimo dagli appassionati delle pellicole cinematografiche, il popolo italiano sembra preferire sempre di più il divano di casa propria e la visione dei film e delle serie Tv preferite attraverso i Pc ed i vari dispositivi mobili. Secondo uno studio della Samsung, infatti, otto italiani su dieci preferiscono lo streaming dei contenuti video. Non ci resta che capire il perché.

I risultati del Samsung Techonomic Index

La Samsung ha creato un indice per valutare il modo in cui gli spettatori utilizzano le tecnologie, così da poter sviluppare nuove soluzioni sempre all'avanguardia. Se il marketing è un aspetto che interessa principalmente le aziende e che non riguarda direttamente gli utenti, dai risultati del Samsung Techonomic Index, è uscito un dato davvero interessante: il 77% della popolazione si rivolge abitualmente allo streaming per guardare i film e le serie Tv preferite, con una crescita del 12% rispetto allo scorso anno. Non è un caso che negli ultimi mesi le piattaforme di video online si siano diffuse a macchia d'olio, i siti web come InfinityTv permettono di godersi il meglio del cinema in streaming direttamente da casa.

Questo significa sostanzialmente una cosa: gli italiani sono sempre più disposti a pagare le piattaforme che offrono contenuti video online, perché sono comode, versatili e perché offrono servizi di personalizzazione diventati oramai fondamentali. La notizia appare curiosa, soprattutto se si considera che l'Italia è uno dei paesi più arretrati nel campo delle connessioni Internet e della famosa banda ultralarga, che dai noi fatica ad arrivare per contrasti politici ed economici. I ritardi dovuti ad un mancato accordo fra aziende e governo, e l'assenza di una connessione superveloce, non hanno comunque impedito agli italiani di diventare un popolo di streamer.

I vantaggi dello streaming online

Italiani pazzi per lo streaming: non si tratta di mera retorica ma di un fatto confermato dai dati raccolti dalla Samsung. Oggi gli spettatori italiani sono parte integrante di una rivoluzione arrivata tardi, ma in modo prepotente, tutto è nato dalle piattaforme satellitari e dall'entertainment personalizzabile, offerto dai vari servizi di PayTv e diventato una vera abitudine per gli utenti. È stato come scoperchiare il vaso di Pandora: una volta scoperto che si potevano guardare i contenuti video quando si voleva, comodamente seduti sul divano o in treno, grazie ai dispositivi mobile come Tablet e Smartphone, è stato impossibile tornare indietro.

E la questione non si esaurisce qui: stando ai dati raccolti dal Techonomic Index e dai commenti di Marco Hannappel, responsabile di Samsung Italia, questi dati sono destinati a salire ulteriormente nel 2016. Il 40% degli italiani sarebbe infatti intenzionato a passare allo streaming online, con un aumento del 30% rispetto allo scorso anno: una percentuale destinata a schizzare alle stelle se, come pare, la connessione FTTH (Fiber to the Home) della Telecom raggiungerà anche le località attualmente sprovviste di fibra.

Merito anche delle tecnologie mobile sempre più all'avanguardia e della presenza di piattaforme streaming addirittura superiori a quelle di provenienza estera. Inoltre, stando ai dati, gli italiani sono il popolo che spende di più nello streaming.

Carla R

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK