La rinnovata Olympia, nemmeno oggi riesce ad  abbandonare la casella dello zero. Castelnuovo Vomano 2 Agnonese1

| di Lucio Gualtieri
| Categoria: Sport
STAMPA

Nuovo KO per L'Olympia Agnonese, sconfitta sul terreno di gioco del Castelnuovo Vomano. Finale di gara 2- 1
L' Olympia nella prima frazione di gioco contiene il più  quotato avversario giocando una gara di sostanziale equilibrio. Le occasioni da rete per entrambe le squadre sono nulle, ma spesso nello sport di squadra a fare la differenza in positivo, sono le qualità  degli uomini che hai in campo e dobbiamo dire che  la squadra locale, vanta nelle sue file calciatori con esperienze maturate in campionati professionistici,  uno su tutti Lovisio. Differenza che arriva al minuto 39' con Emili Lor. che di testa deposita in rete siglando il vantaggio Castellaltese.

Beffa per  l'Olympia, che dei propri cali di attenzione ne fa harakiri.
Passano pochissimi minuti e L'Olympia 42' rischia di subire anche la seconda rete, ma fortunatamente Sbarbati, tutto solo davanti a Landi calcia fuori. Si chiudono i primi 45' con il  vantaggio del Castelnuovo Vomano.

Il secondo tempo risulta essere  tutta un'altra gara, le occassioni per i locali si susseguono al 61' si grida al goal, ma è il legno a salvare L'Olympia, su conclusione di Di Ruocco. Da un possibile doppio vantaggio per i locali, al 18' su azione di ripartenza, l'Olympia raggiunge il pareggio su una sfortunata autorete del difensore Casimirri. che nel tentativo di intercettare la sfera calciata sul palo da  Imho, la tocca mandandolo in porta.

Passa un minuto nemmeno il tempo di esultare per il raggiunto  pareggio, che l'Agnone, va di nuovo in svantaggio su calcio di rigore,  concesso dall'arbitro Silvestri della sez.di Roma per fallo di Litterio, su Sbarbati, la realizzazione è di Lovisio. Gara di nuovo in salita per  i granata che tentano con  difficoltà di arrivare al pareggio, ma i rischi di subire altre reti sono reali, dovute spesso alle  ripartenze operate  dal duo Di Ruocco - Emili. vere spine nel fianco per la difesa Agnonese.

L'occasionissima per l'Olympia arriva  nei  minuti di recupero su calcio d'angolo con Di Lello, che colpisce la sfera a botta sicura, ma la sua conclusione viene ribattuta sulla linea di porta dalla difesa locale. La rinnovata Olympia, nemmeno oggi riesce ad  abbandonare la casella dello zero. Ai granata serve ancora del tempo per essere squadra da buone prospettive e sicuro affidamento. Quella vista oggi  manca di  quelle  qualità caratteriali che comprendono: autorità,  concentrazione, motivazioni e spirito di sacrificio. 


,

Lucio Gualtieri

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK