Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Venafro vince e a 5 giornate dalla fine mantiene salda la testa della classifica

Condividi su:

Si è giocata oggi, Sabato 5 Marzo, l'ottava giornata di ritorno del campionato regionale di Serie C1: il Venafro capolista ha vinto in casa per 6 a 2 contro la Saracena Futsal, squadra di S.Giuliano di Puglia. Con ancora cinque giornate da giocare il team venafrano mantiene salda la vetta della classifica con sei punti di vantaggio sulle inseguitrici, Santa Croce del Sannio, che oggi ha vinto contro il Sant'Elena Sannita, e Miki Mike, vittoriosa contro l'Atletico Bisaccia.

Alla vigilia della gara il coach dei padroni di casa, Stefano Nini, come di consueto si era raccomandato coi suoi ragazzi a non sottovalutare l'avversario, che ha una delle migliori difese del campionato e che aveva battuto i bianconeri all'andata. Inoltre li aveva esortato a giocare tutte le restanti partite ognuna “come se fosse l'ultima e quella decisiva", anche perché "in questa fase della stagione non è mai semplice esprimersi al massimo, per questo sarà importante gestire le forze, avere pazienza, utilizzare tutta l'esperienza che abbiamo ed essere intelligenti, pensare solo a noi stessi e cercando di non commettere l'errore di sottovalutare nessuna situazione, o di esaltarci con poco".

Raccomandazioni che sono state seguite in pieno dalla squadra, che ha giocato una gara che Mister Nini definisce ottima: “Oggi abbiamo fatto veramente un'ottima partita, sia nel primo tempo, terminato per 3 a 1, sia nel secondo. I ragazzi hanno giocato con la giusta intensità, con una costanza perfetta e soprattutto con intelligenza. Una prestazione del genere fatta nel mese di Marzo rappresenta un buon indicatore della condizione della squadra e della maturità che ha raggiunto”.

Le reti del Venafro sono state messe a segno da La Bella e Peluso, autori di una doppietta, da Cimino e Francesco Valvona.

Nota amara della giornata è per Nini l'espulsione di La Bella, che a suo giudizio non si è capito quale fosse stata la causa: “Peccato che La Bella è stato espulso. L'arbitro l'ha quasi inventata questa espulsione, ed ora dobbiamo fare a meno di lui Sabato prossimo a Sant'Elena Sannita, campo certamente ostico. Ma vedremo di rimediare!”.

E proprio in occasione dell'inferiorità numerica determinata dall'espulsione che Cimino ha messo a segno il suo sigillo personale, sfruttando una veloce ripartenza: questo è un aspetto che è piaciuto particolarmente a Nini, che testimonia a suo avviso “la grande prova che la squadra ha fatto oggi!”.

Domani coach Nini sarà nuovamente impegnato domani con i Giovanissimi, che alle ore 10.00 affronteranno a Venafro i bojanesi del Circolo La Nebbia, nella quinta giornata di ritorno del campionato regionale.

Condividi su:

Seguici su Facebook