Centro Caritas di Agnone nel degrado, la denuncia di Roberto Carlomagno

| di Maria Carosella
| Categoria: Varie
STAMPA

 Ad Agnone è attivo il centro di ascolto della Caritas situato in piazza p.zza Unità d'Italia, 25 è destinato a i cittadini italiani e stranieri di ogni credo religioso che vivono situazioni di difficoltà e necessitano di aiuto.
Coloro che si rivolgono al servizio possono trovano operatori professionali e volontari che svolgono innanzi tutto accoglienza e ascolto inteso quale momento fondamentale di conoscenza e di comprensione della persona e del problema espresso.
L'obiettivo finale del servizio è la risoluzione della situazione di difficoltà anche mediante la valorizzazione della persona e delle proprie capacità. Centro importante  in un paese come Agnone dove spesso le numerose famiglie in difficoltà tendono a nascondere o vivono con vergogna lo stato di indigenza. Ma un cittadino agnonese, Roberto Carlomagno, segnala che in prossimità del centro si trovano rifiuti abbandonati relativi a numerose bottiglie di birra, cicche di sigarette e chiede rispetto e dignità per quel luogo e per le numerose persone che vi accedono.

Carlomagno scrive:


"Questi ( vedi foto)sono gli spazi accanto alla Caritas Diocesana,Sede di Agnone, in prossimità dell'ingresso principale della Chiesa Maria SS.di Costantinopoli. Non voglio fare rimproveri,nè lanciare accuse.Nè tantomeno, con molta retorica scaricare responsabilità sui ragazzi più giovani,anche se forse i primi sospettati potrebbero essere loro. Io chiedo semplicemente un gesto di pietà ma non nei confronti di Nostro Signore Gesù Cristo, che pure lo meriterebbe, ma nei confronti delle persone che si recano (purtroppo) sempre con più frequenza in quei locali per cercare di ottenere beni di primaria necessità per la sopravvivenza quotidiana. Chiedere da mangiare alla Caritas è già di per sè un momento che racchiude tanta sofferenza. Se poi un nostro Fratello per chiedere un pezzo di pane deve passare su residui di urina e rifiuti di birre, vino e sigarette allora la cosa è veramente deprimente ed umiliante. Vi chiedo con tutto il cuore di andare altrove. Vi prego in nome delle persone che si recano sempre in numero maggiore alla Caritas. Il Gesù del quale non vi interessa nulla saprà ricompensarvi perchè Voi, a Lui interessate.

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK