Truffa on line: Denunciato un pregiudicato per una vendita di una consolle per videogiochi

| di Maria Carosella
| Categoria: Varie
STAMPA

Personale della Squadra Mobile ha denunciato un pregiudicato residente in Sardegna alla Procura della Repubblica di Campobasso per il reato di truffa commesso a mezzo internet.

L'indagine è scaturita dalla denuncia presentata da un cittadino della provincia di Campobasso per una truffa subita per un acquisto effettuato tramite internet. L'uomo, interessato all'acquisto di una consolle per videogiochi, dopo aver visitato un sito di acquisti on-line, si è messo in contatto con il venditore, utilizzando l'apposita chat fornita dal sito e, successivamente, tramite un'utenza telefonica per concordare i dettagli dell'acquisto e le modalità di spedizione. L'acquisto è stato formalizzato tramite versamento di una somma di denaro con bonifico sul conto corrente del venditore, ma la merce non è mai arrivata a destinazione ed il truffatore ha fatto perdere le sue tracce.

Gli uomini della Sezione reati contro il patrimonio della Squadra Mobile, attraverso una meticolosa attività investigativa incentrata soprattutto sul numero di cellulare utilizzato dal venditore e sul conto corrente sul quale era stato versato il denaro per l'acquisto, sono riusciti a risalire al colpevole, un uomo di anni 24 residente in Sardegna,  già noto alle forze di polizia per aver commesso altre truffe con il medesimo sistema.

Le truffe online sono un fenomeno sempre più diffuso. Varie sono le tipologie di truffa, come la compravendita non andata a buon fine, il phishing (mail affette da virus, inviate da malintenzionati interessati ad appropriarsi di codici bancari e identità dei malcapitati), truffe legate ai sistemi di scambio e compravendita di prodotti sui social network. Per tali motivi la Polizia di Stato invita tutte le persone che effettuano operazioni commerciali via internet a prestare la massima attenzione. Il consiglio è quello di far riferimento ai siti più sicuri, verificando sempre i feedback e le opinioni di altri acquirenti e di porre particolare attenzione ai casi in cui la merce abbia un prezzo molto basso, spesso sintomo di contraffazione o truffa. È inoltre consigliabile utilizzare carte prepagate, caricando su di esse il valore esatto dell'acquisto da effettuare, per evitare, in caso di truffa, di perdere altro denaro già presente sulla carta.

In caso di truffa, è importante rivolgersi tempestivamente alle forze di polizia.

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK