Sisma in Molise, la prossima settimana i danni definitivi per la richiesta di stato di emergenza

Buono invece il lavoro psicologico sui sopravvissuti che vivono nelle tendopoli. Successo per la cena di pesce a Guglionesi offerta dal Comune di Termoli

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA
foto dalla pagina fb del comune di Termoli

Si tenta di tornare lentamente alla normalità nei comuni afflitti dal sisma del 14 e 16 agosto di quest'anno. La Regione, dopo il momento critico dello sciame sismico in atto,  attende con ansia il riconoscimento dello stato di emergenza. La viabilità sul Liscione nonostante l'apertura del viadotto non è stata completamente risolta. Si circola ancora con il restringimento della carreggiata a 3 metri e mezzo e con i limiti di velocità a 50 Km/h. Intanto i tecnici di Protezione Civile e vigili del fuoco sono a lavoro per raccogliere le richieste di controllo arrivate dai comuni del cratere sismico.

Il numero di edifici danneggiati, stando agli ultimi bilanci dei controlli dei vigili del fuoco, sta aumentando. Si tratta di 100 edifici pubblici, 6 scuole, 7 chiese e 9 immobili. Entro la prossima settimana è la data che si è prefissato il Governatore Toma per la presentazione della domanda dello stato di emergenza. Ma per farlo attende la  documentazione dei singoli comuni che restapropedeutica alla richiesta da effettuare.Intanto sul settore viabilità continuano i controlli anche da parte del presidente della provincia di Campobasso Antonio Battista continua a controllare ponti e viadotti di sua competenza. Il cemento prelevato della strada verrà analizzato.

Intanto continua anche il lavoro psicologico sui sopravvissuti al sisma che continuano a vivere nelle tendopoli di Guglionesi, Larino e Montecilfone. Successo ieri sera nel primo comune per la cena a base di pesce offerta dal Comune di Termoli.

"Un bel gesto, apprezzato da tutta la comunità della tendopoli, non solo per la bontá dei piatti che sono stati serviti, ma anche per averci regalato un momento di leggerezza e di vera condivisione". Con queste parole il sindaco di Guglionesi Mario Bellotti ha commentato la cena di solidarietà che ieri, 24 agosto, l'amministrazione comunale di Termoli ha voluto donare a tutti gli ospiti della tendopoli allestita a Guglionesi dopo le scosse di terremoto del 14 e 16 agosto.
Una cena a base di pesce alla quale hanno contribuito con grande generosità tante attivitá di Termoli.
"Sono felice del risultato - ha sostenuto il sindaco di Termoli Angelo Sbrocca-  un gesto semplice che però è riuscito a far sentire la nostra vicinanza concreta a tante persone che in questi giorni stanno vivendo sensazioni di paura. Non posso non ringraziare chi ha reso possibile questo evento rendendosi disponibile subito dopo averli contattati: supermercato Simply, azienda di turismo rurale Don Carlino, Aqua42, la marineria di Termoli, Delizie del Grano, Societá coperativa San Nicola arl, associazione Comitato festa Difesa Grande, Misericordia, Mago Peppe e mago Checco".
La cena di solidarietà ha visto la partecipazione dei tanti volontari che fin dall'allestimento della tendopoli non hanno mai lasciato soli i circa 200 sfollati che vi hanno trovato rifugio, delle equipe di psicologi dell'emergenza (servizio attivato dall'Ambito territoriale sociale di Termoli) e del presidente della regione Toma.
Un primo a base di pesce, la frittura di paranza (con una parte del pescato preso per la Sagra del pesce che si svolgeva in contemporanea a Termoli), i dolci e l'animazione per i bambini da parte dei maghi Peppe e Checco hanno regalato qualche ora di spensieratezza alle tante persone della tendopoli.
"Sappiamo che stanno aumentando gli sfollati anche in altri paesi come Montecilfone - ha detto il sindaco Sbrocca - troveremo il modo di far sentire loro la nostra vicinanza con altre iniziative".

Intanto lo sciame sismico continua con circa 4 o 5 scosse al giorno di magnitudo superiore al grado 2.0 della scala Richter e inferiore al grado 2.5. Le persone continuano a dormire nelle tendopoli allestite in attesa dello stilare definitivo dei danni che il terremoto ha provocato. 

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK