Biotestamento, Petacciato grazie a Fallica (Insieme si può) ha il suo registro per la libertà di cura

Il primo cittadino ha deciso di accogliere la proposta della minoranza consiliare. Da oggi nel comune bassomolisano ognuno potrà scegliere se mettere fine alla propria vita senza accanimento terapeutico

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Petacciato sarebbe potuto essere il primo Comune molisano  ad istituire il registro per la libertà di cura o meglio conosciuto come biotestamento. Ma meglio tardi che mai. Oggi la notizia, tramite il video youtube che precede l'articolo, della notizia che la maggioranza guidata dal sindaco Roberto Di Pardo ha accolto la proposta del capogruppo dell'opposizione "Insieme si può" Matteo Fallica, di istituire il registro. Cosa significa questo per Petacciato? Intanto una vittoria di civiltà. E una dimostrazione che quando si crede fortemente in quello che si fa i risultati si possono ottenere anche stando all'opposizione. 

La soddisfazione di Fallica è  palpabile dalle parole che pronuncia nel video: 

 "Il registro per la libertà di cura ora c'è - ha dichiarato-  Ora puntiamo all'approvazione dell'istituto per il referendum comunale. Noi così intendiamo il nostro ruolo di opposizione: proporre un modo alternativo di amministrare per il bene di tutti. Andiamo avanti con serenità e tenacia". .

Chi di Petacciato vuole scegliere come curarsi e cosa fare della sua vita può cercare i moduli di scelta sul sito del Comune e scaricare i moduli appositi.

"La vita deve essere una scelta- ha concluso così Fallica nel suo video- non può essere una imposizione". 

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK