Parabola discendente per la Lega Molise, si dimettono 4 coordinatori cittadini

Tutti e quattro, hanno rassegnato le loro dimissioni, perché in nettissimo contrasto con il coordinatore regionale Luigi Mazzuto.

| di Vp
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

Fuoco incrociato intorno alla figura dell'assessore regionale Luigi Mazzuto. Se da una parte gli alleati di coalizione alla Regione Molise vorrebbero una verifica politica sulla Lega, che ha appena appoggiato a livello nazionale la norma in finanziaria voluta dal Movimento Cinque Stelle sulla non coincidenza della presidenza della Regione con il commissario ad acta per la sanità, da una parte sono i militanti della Lega stessa a chiederne le dimissioni. A Salvini chiedono di nominare un commissario in sua vece. Ma è più facile che un cammello entri nella cruna dell'ago, non che Salvini sfiduci Mazzuto dopo averlo scelto personalmente come assessore regionale al posto di Aida Romagnuolo, la prima eletta alle regionali del Molise del 22 aprile. 

In una nota infatti questa mattina 4 coordinatori cittadini fanno sapere di uscire dalla Lega di Salvini. 

"Ancora un terremoto nella Lega molisana. Infatti, oggi sono ben quattro i dirigenti che lasciano il loro incarico di coordinatori cittadini della Lega – affermano dal partito di Salvini in una nota inviata alla stampa – . Si sono dimessi Carmine Di Maio di Torella del Sannio che è anche assessore comunale, Antonietta Alfonso di Provvidenti che è anche consigliere comunale, il farmacista Carlo Rago di Busso e Marco Tavaniello di Fossalto.

Tutti e quattro, hanno rassegnato le loro dimissioni, perché in nettissimo contrasto con il coordinatore regionale Luigi Mazzuto. I dimissionari, gli contestano innanzitutto il non aver voluto presentare una lista della Lega alla Provincia di Campobasso e, cosa più grave, tenendo all’oscuro anche il Gruppo della Lega alla Regione. I quattro dirigenti, reputano inoltre di estrema gravità, la nota inviata da Mazzuto al Comune di Termoli dove di fatto impedisce ai militanti locali di fare i banchetti e propaganda politica della Lega. Inoltre, contestano a Mazzuto, non solo di non aver  mai convocato i coordinatori cittadini, ma soprattutto di aver assunto una netta contrapposizione con Aida Romagnuolo, il capogruppo della Lega alla Regione che da anni è l’anima, la mente e il cuore della Lega nel Molise e, che con lei, condividono la linea politica e riconoscono Salvini come unico leader.

Ricordiamo infine a Mazzuto – conclude la nota – , che egli occupa un assessorato in Giunta  pur non essendosi voluto candidare, posto che spetta invece alla più votata nella lega del Molise, e cioè ad Aida Romagnuolo. I quattro, chiedono le immediate dimissioni di Mazzuto da coordinatore della Lega e, che al suo posto venga nominato un Commissario". 

Vp

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK