Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Papa Francesco accusato di eresia

Lettera denuncia presentata da intellettuali e religiosi conservatori

Condividi su:

Si apprende su Lifesitenews, che intellettuali e religiosi decisamente conservatori, come padre Thomas Crean, p. John Hunwicke, il professor John Rist, la dott.ssa Anna Silvas, il professor Claudio Pierantoni, il dott. Peter Kwasniewski e il dott. John Lamont, abbiano abbandonato ogni riserbo e denunciato Papa Francesco di eresia:“ Prendiamo questa misura come ultima risorsa per rispondere al danno accumulato causato dalle parole e dalle azioni di Papa Francesco per diversi anni, che hanno dato origine a una delle peggiori crisi nella storia della Chiesa cattolica.Accusiamo Papa Francesco di aver dimostrato pubblicamente e pertinacemente, con le sue parole e con le sue azioni, di credere in proposizioni contrarie a verità divinamente rivelate”.

Lo accusano di aver aperto dottrinalmente in materia di concessione di un sacramento ai divorziati risposati; di equiparare le confessioni religiose, quando si tratta, per esempio, di dialogare con l'islam; di distorgere la dottrina sulla famiglia e di concedere una gerarchica paritaria alle altre confessioni religiose, con conseguente svilimento del primato del cristianesimo,

Il Papa non ha mai risposto alle accuse che gli sono state mosse negli anni per il modo in cui ha gestito il suo ruolo. Nel 2018 riferendosi alle critiche aveva detto: “Quando in queste persone, per quel che dicono o scrivono, non trovo bontà spirituale, io semplicemente prego per loro. Provo dispiacere, ma non mi soffermo su questo sentimento per igiene mentale”. 

Condividi su:

Seguici su Facebook