Covid 19, parla l'ex primario di medicina Di Nucci: i malati asintomatici restano a casa, non occorreva l' ignobile messinscena del trasferimento

Di Lucente in un video dffuso tramite FB spiega quanto avvenuto nel trasferimento dei 13 anziani di Agnone a Venafro

| di Maria Carosella
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

A seguito del trasferimento dei 13 anziani della casa di riposo Tavola Osca di Agnone,custer di covid positivi, l'ex dirigente di Medicina del San Francesco Caracciolo Giovanni Amedeo Di Nucci  stimato professionista in servizio presso la struttura agnonese per oltre quaranta anni, ha rilasciato la seguente dichiarazione sui social

 

 "Abito a 10 metri dalla struttura di ricovero ed ho assistito con le lacrime agli occhi alla "deportazione" immotivata degli ospiti malati. So, per quanto è stato riferito , che è stata solo riscontrata una positività del test di ricerca Covid e che si tratta di persone che non hanno mostrato patologia correlabile alla presenza di virus. Da questo punto di vista non c'era nessuna necessità di imbastire la ignobile messinscena. Con le modalità di spettacolarizzazione con cui è stata condotta. Bastava lasciare le persone in struttura e dotare chi li doveva assistere dei dispositivi protettivi completi così numerosamente in dotazione alle decine e decine di infermieri, autisti ecc che formavano la colonna di ben 11 autoambulanze. Sono triste e indignato e penso che quello che è successo ieri sera non sarebbe avvenuto se non si fosse ridotta in modo drammatico la possibilità operativa del presidio ospedaliero e si fosse organizzato nel corso degli anni una assistenza domiciliare degna di questo nome.
Ovviamente sottoscrivo parola per parola quanto scritto dalla cara amica Ida Di Ianni che, nella sua grande sensibilità e capacità espositiva, ha sentito l'obbligo morale di dire la sua pur vivendo lontano da noi."

 Da quanto afferma il dottor DI NUCCI è evidente che gli anziani agnonesi  potevano essere seguiti presso la struttura dove risultavano ospiti  essendo stata solo riscontrata la positività del test di ricerca Covid.Sulla questione in ogni caso si è espresso nelle ore serali odierne, tramite la diffusione di un video sui social il consigliere regionale Andrea Di Lucente, dove spiega le motivazioni alla base della decisione assunta dalla ASREM

GUARDA IL VIDEO clicca sul link  https://www.facebook.com/andreadilucente/videos/512218352785162/

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK