Ragazzo omosessuale aggredito a Pescara, il PD di Campobasso presenta una mozione per Campobasso contro ogni forma di omotransbifobia

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Il Comune di Pescara ha bocciato una mozione contro omotransbifobia  voluta dal PD e dalla sinistra di quel Comune. La Lega ha detto no. 

 
L' argomento scaturiva dall'aggressione del ragazzo molisano sulle strade del capoluogo abruzzese. Ci riprova il Comune di Campobasso con una mozione a prima firma del capogruppo PD Giose Trivisonno e voluta da tutto il gruppo composto da Bibiana Chierchia, Antonio Battista e Alessandra Salvatore. 
 
Si chiede al Comune di mettersi contro ogni forma di discriminazione che riguarda il mondo Lgbt. Ci sono possibilità che passi visto l' atteggiamento positivo della maggioranza 5 stelle sui temi Arcobaleno. Da vedere i voti degli 8 di centrodestra. 
 
Ecco nel dettaglio la mozione.
 
Tenuto conto del brutale episodio di pestaggio accaduto nella notte fra il 25 e 26 
giugno 2020, a Pescara, ai danni di un ragazzo molisano;
- visto che il pestaggio è stato eseguito per "punire" il giovane in questione, 
"colpevole", agli occhi degli aggressori, per il suo essere omosessuale (passeggiava, 
mano nella mano, con il compagno);
- tenuto conto che nello Statuto comunale della Città di Campobasso c'è, alla luce dei 
principi ispiratori, una chiara e netta condanna di ogni forma di discriminazione e di
ogni forma di violenza e/o prevaricazione;
- Considerato che le istituzioni hanno il compito di contrastare le discriminazioni, 
anche attraverso attività di sensibilizzazione della popolazione;
- tenuto conto che l'omotransfobia è espressione di ignoranza, discriminazione e, 
troppo spesso, sfocia in violenza (morale e fisica); 
-
tutto ciò premesso, il Consiglio Comunale di Campobasso
ESPRIME solidarietà nei confronti del ragazzo molisano oggetto di una violenza cieca ed 
abietta e di tutto coloro che, per ragioni legate all'orientamento sessuale, continuano ad 
essere vittime di violenza fisica, verbale e psicologica;
DICHIARA Campobasso città libera da ogni forma di discriminazione, compresa quella legata 
all' orientamento sessuale;
CONDANNA senza appello qualunque atto di "omotransbifobia”;
IMPEGNA Sindaco e giunta nei confronti della Regione e del Governo, di concerto con le 
associazioni Lgbtq+, per accelerare la stesura e l’approvazione di una legge contro 
l’omotransfobia;
DISPONE che il Comune di Campobasso si costituisca parte civile contro le aggressioni 
omofobe;
IMPEGNA sindaco e giunta ad aderire alla rete degli enti locali contro le discriminazioni 
Re.A.Dy
Giose Trivisonno
Bibiana Chierchia
Alessandra Salvatore
Antonio Battista

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK