Elezioni nuovi componenti dell' Anm, tra gli eletti la magistrata di Unicost l'agnonese Roberta D'Onofrio

Chiuse le elezioni per i nuovi componenti del sindacato delle toghe. Più votato il presidente uscente di Area Poniz. Gli outsider di Reale al quinto posto poco distaccati da Davigo

| di Maria Carosella
| Categoria: Attualità
STAMPA

Urne chiuse alle 13 di ieri 20 Ottobre 2020 per l'elezione dei nuovi componenti dell'Anm, il sindacato delle toghe. Vince la sinistra di Area con 1.785 voti seguita dalla destra di Magistratura indipendente  con 1.648, terza è la centrista Unicost, la corrente dell'ex leader Palamara, con 1.212. Quarta Autonomia e indipedenza di Piercamillo Davigo con 749. Seguita dalla new entry, il gruppo Articolo 101 che conquista 651 voti. Luca Poniz di Area, il presidente uscente, piu votato con 739 voti. 

Hanno votato 6.101 magistrati su 7.100 che si erano registrati per il voto online.

 Tra gli eletti, la magistrata Roberta D'Onofrio  nata a Agnone figlia  dell'avvocato Ugo D'Onofrio originario di Capracotta e la docente  Asseneta Sammartino, agnonese. La magistrata D'Onofrio candidata con la lista Unicost (Unità per la costituzione) è stata eletta con 209 voti. Attualmente lavora presso il Tribunale di Campobasso, assegnata alla Sezione Penale e svolge le funzioni di giudice monocratico, dibattimentale, componente della Corte di Assise e del Tribunale per il riesame, giudice tutelare e della volontaria giurisdizione sia monocratica (famiglia, successioni, impresa) che collegiale.

Dal 2017 è formatore decentrato della Scuola Superiore della Magistratura, molto stretto è il suo rapporto con l’Università degli Studi del Molise dove a maggio 2018 ha organizzato il primo corso corso territoriale -in materia di colpa stradale- per conto della Scuola Superiore della Magistratura. Le motivazioni della sua candidatura come da lei dichiarato

"per offrire in maniera disinteressata un contributo al rinnovamento anche nel mio piccolo, per rispondere al moto interiore di mettermi ‘in gioco’ in un momento segnato da una forte crisi di credibilità delle istituzioni giudiziarie, cercando di contribuire a dare nuovo slancio culturale al Gruppo di Unità per la Costituzione, i cui valori di terzietà, moderazione, equilibrio, non collateralismo, fedeltà ai principi sanciti dalla Costituzione formale ed evolutivamente incarnati in quella materiale devono ispirare l’esercizio quotidiano della giurisdizione in senso non ideologico e non corporativo"

Ecco gli eletti

Poniz 739, Casciaro 415, Maddalena 412, Filippelli 404, Albano 381, Perinu 369, Morgigni 363, Scavuzzo 351, Sangermano 347, Bernardo 330, Ribera 327, Santalucia 304, Santoro 301, Reale 296, Ebner 294, Celli 283, Nicastro 278, Infante 275, Tedesco 262, Sapio 262, Cervo 254, Federici 248, Marzocca 237, Maruotti 236, 

Gagliano 225, Arbore 223, Castiglia 222, Orru' 221, D'Onofrio 209, Canevini 207, Vittorio 182, Di Palma 173, Falvo 166, Tasciotti 119, Moretti 114, Angioni 105

Complimenti e buon lavoro alla dottoressa Roberta D'Onofrio, e complimenti all'Avvocato Ugo D'onofrio e la prof Asseneta Sammartino, da tutta la comunità agnonese.

 

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK