Trivento , consiglio comunale convocato alle 12.30.Farina ex sindaco: il consiglio non è l'ultima cena con i soli 12 apostoli

| di Maria Carosella
| Categoria: Attualità
STAMPA


Ieri sera ho assistito in diretta tramite FB, grazie alla testata giornalistica on line www.Altomolise.net, alla seduta del consiglio comunale di Agnone del 28 novembre 2020 alle ore 17,00, presieduta dal sindaco Daniele Saia con la presenza in sala consiliare di tutti i consiglieri, dotati di mascherina. Una seduta, dinamica, vivace, attiva, piena di contenuti, iniziata alle ore 17,00 e conclusasi dopo le ore 21,00, solo perché non si sono discusse le interrogazioni, durante la quale maggioranza ed opposizione si sono confrontate dialetticamente, sostenendo le loro reciproche tesi giuste o no. Sarebbe opportuno che anche le sedute consiliari di Trivento fossero tramesse in diretta per accertarsi cosa effettivamente accade in consiglio e il tenore degli interventi di ciascun componente.
E' chiedere troppo? Sarebbe una bella prova di trasparenza pfar vedere e sapere le problematiche che si discutono in consiglio comunale e i contributi che portano i vari consiglieri presenti
ll sindaco ii Trivento invece convoca il consiglio comunale, a distanza per via del Covid , per le ore 12,30 del 30 novembre 2020 e mi sembra quasi che lo convochi nell'orario più consono più per un invito a pranzo, data l’ora, che per un dibattito consiliare con diversi punti all'ordine del giorno , tra cui alcuni molto importanti, come quello dell'assestamento di bilancio.

Ritengo che chi si candida a consigliere comunale debba, a priori, essere cosciente della eventualità di dedicare qualche giorno intero per i problemi della collettività, cosi come, e soprattutto, chi percepisce l'indennità di carica intera, senza decurtazione alcuna, come forma di compensazione per il tempo sottratto al suo abituale lavoro, dovrebbe rendersi libero una intera giornata per le sedute consiliari ossia o la mattinata intera o il pomeriggio fino a sera per garantire l'efficienza e il buon funzionamento della pubblica amministrazione.
Se il consiglio comunale si svolgesse presso la sede comunale alle ore 12,30 quanti e quali cittadini, nell’orario stabilito potrebbero essere presente per ascoltare le discussioni, tenendo presente che mai si inizia un consiglio comunale nell’ora stabilita poiché c’è sempre la cosiddetta ora di tolleranza per gli eventuali ritardatari ?.
Quale “ratio” ci potrebbe essere nel convocare un consiglio comunale ad un orario così insolito. se non quella di non dare la possibilità a molti cittadini di partecipare agevolmente.? Il calendario dei lavori consiliari è stato materia di discussione della conferenza dei capi gruppo, così come recita l’art 46 comma 12 del regolamento che disciplina le sedute consiliari o viene convocato come scelta personale di giorno ed ora ?
Il consiglio comunale certo non è l’ultima cena con i soli 12 apostoli e nostro Signore, anche se la mania di protagonismo sfrenato, molte volte, porta a credere di essere tale E a dire che all’inizio di consiliatura, vedendo la prima convocazione di consiglio comunale alle ore 9,30, avevo sperato che l’epoca dei consigli rapidi, del tocca e fuggi, della precedente amministrazione fossero finiti, tanto da scrivere anche un articolo di compiacimento Evidentemente, come dice il famoso proverbio napoletano “ era strusc’ e scopa nova” e quindi mi ero sbagliato.
Non è polemica, ma constatazione dei fatti

Tullio farina ex sindaco di Trivento

 

 

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK