Nuovo Palazzetto dello sport Agnone. L'ex Amministrazione: progetto perseguito con caparbietà dalla nostra amministrazione. Saia puntava ad un centro sportivo in via Pietro Micca

| di Maria Carosella
| Categoria: Attualità
STAMPA

A seguito della notizia comunicata dal Sindaco Daniele Saia ieri 13 settembre 2021,  sull'avvenuto cofinanziamento di 500mila euro per il rifacimento del Palazzetto dello sport  che recitava "L’Amministrazione comunale è lieta di poter comunicare che, a seguito della pubblicazione della Graduatoria relativa al Bando Sport e Periferie 2020, il progetto relativo alla realizzazione del nuovo Palasport sito in località “Tiro a Segno” è stato finanziato dal Dipartimento per lo Sport per una somma pari a 500.000 euro." L'ex amministrazione comunale della giunta di Lorenzo Marcovecchio invia alla stampa una nota dove rivendicano la paternità del progetto e dell'avvenuto mutuo e riferiscono come si legge nella delibera allegata,http://file:///C:/Users/.NET/Desktop/DELIBERA_52_Delibera%20copia%20uso%20amministrativo_210914_073205%20(1).pdf  le dichiarazioni politiche di Daniele SAIA allora  capogruppo della minoranza di Nuovo Sogno Agnonese che si dice d'accordo al rifacimento dell'opera ma :"Tuttavia, non si può fare a meno di sottolineare un aggravio di costi che si sarebbe potuto evitare se fosse stato seguito il programma impostato dalla precedente Amministrazione che prevedeva la demolizione della ex scuola media." Alla fine del confronto con la maggioranza Saia voto' a favore, Scarano rappresentante del gruppo Agnone Identita' e futuro si astenne

 Di seguito il comunicato

Leggiamo con gioia del finanziamento del progetto per il rifacimento del nuovo palazzetto. Un progetto voluto con caparbietà dalla precedente amministrazione che si oppose e bocciò l'idea di realizzare un palazzetto dello sport al posto dell'ex stabile delle scuole medie in via Pietro Micca.
Quanto detto, infatti, è presente nella delibera di consiglio n. 192 del 2.12.19 allorquando fu votata la variazione di bilancio proprio per ottenere dal credito sportivo il cofinanziamento necessario per acquisire maggior punteggio e puntare alla vittoria del bando.
Un impegno, questo, che fu preso in primis con la cittadinanza e poi con Stefano Patriarca il quale sui social lanciò l'appello al rifacimento del Palasport che lo aveva visto crescere.  Un Palasport che,oggi, è un monumento all'abbandono senza che nemmeno un misero intervento di rattoppo sia stato effettuato.
Finalmente con il Palasport, il finanziamento per il rifacimento della copertura della piscina ed i campi da tennis rinnovati Agnone avrà una propria area sportiva degna non solo di tal nome  ma soprattutto del nome della Città. Ci auguriamo che anche gli altri progetti messi in campo giungano a compimento così da ridare slancio e decoro ad una intera comunità. 
Gli ex amministratori

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK