Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Sanità, la Regione blocca i pagamenti: Neuromed e Gemelli chiedono di trasferire i pazienti

Condividi su:

Ore concitate per la sanità molisana. Questa volta sono le strutture accreditate in una situazione complicata. Dopo che le stesse hanno ricevuto comunicazione da parte del Dg della Salute della Regione Molise che “non si provvederà ad accettare e contabilizzare le fatture emesse da codesta struttura e afferenti alle prestazioni di assistenza ospedaliera e specialistica ambulatoriale erogate nell’ultimo bimestre del 2022.”

Sia Neuromed, sia il Gemelli hanno scritto al ministero della Salute per esporre “la gravità delle conseguenze di quanto imposto con la comunicazione in questione.”

Il Gemelli ha chiesto a vari enti, tra cui ministero della Salute e degli Interni “la immediata presa in carico e trasferimento dei pazienti ricoverati (e programmati) presso Gemelli (oltre 100 ndr), in altra struttura sanitaria qualificata in modo da garantire in maniera piena la tutela della salute degli stessi.”

Stesso discorso per Neuromed che comunica di “essere costretto a dimettere tutti i pazienti attualmente ricoverati – oltre 150 – chiudere la struttura, non eseguire più le prestazioni sanitarie e sospendere, senza alcuna retribuzione, tutto il personale (circa 1000 addetti). Si chiede alle autorità di fornire disposizioni su come operare, addebitando sin da ora alla struttura commissariale qualunque danno risultato arrecato alla salute dei ricoverati.”    

Condividi su:

Seguici su Facebook