Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ad Agnone la notte dei referendum

Condividi su:

AGNONE - Non solo musica, spettacolo, mercatini e arte di vario tipo riempiranno le Notti Arancioni agnonesi, bensì anche la politica.

Lo fanno sapere dal Partito Socialista Italiano che organizzerà “La Notte dei referendum” ovvero due referendum notturni su cinque temi di stringente attualità: immigrazione, finanziamento pubblico, 8xmille, divorzio breve, droghe.

Anche ad Agnone, perciò, sarà possibile votare la proposta referendaria organizzata dal Psi che in serata adibirà un tavolo per la raccolta firme.

Vediamo, brevemente, che cosa propone il partito circa questi cinque punti:

Immigrazione: Per abrogare il reato di clandestinità, un reato aberrante che punisce una condizione anziché una condotta; e per eliminare quelle norme che incidono sulla clandestinazzazione e precarizzazione dei lavoratori migranti;

Finanziamento Pubblico: Per abolire il finanziamento pubblico dei partiti, attivato attraverso i cosiddetti “rimborsi elettorali” che hanno aggirato il voto plebiscitario dei cittadini nel 1993. Vogliamo che i partiti siano finanziati per la forza delle loro idee, e non in forza del loro potere;

Divorzio breve: Per eliminare i tre anni di separazione obbligatoria prima di ottenere il divorzio. Vogliamo che si diminuisca il carico sociale e giudiziario che grava sui cittadini e sui tribunali in termini di costi e durata dei procedimenti;

Droghe: Per eliminare quelle norme che riempiono le carceri di consumatori. Vogliamo - essendo impossibile una vera legalizzazione, a causa di convenzioni internazionali stipulate dall’Italia - che sia evitata la pena detentiva per fatti di lieve entità, mentre resterebbe la sanzione penale pecuniaria;

8xMille: Per restituire l’effettiva libertà di scelta ai cittadini. Vogliamo che la quota relativa alle scelte non espresse sull’8xMille (attualmente più del 50% del totale, circa 600 milioni di euro l’anno, ridistribuita alle confessioni religiose) rimanga in capo al bilancio generale dello Stato.

Volete partecipare?
Facile! Basta che vi rechiate dalle 21 a mezzanotte in Piazza Giovanni Paolo II dove potrete ricevere spiegazioni ed, eventualmente, firmare le proposte.

Condividi su:

Seguici su Facebook