Olympia Agnonese, difficoltà nelle prime due gare: pubblico sfiduciato ma non mollare

| di Lucio Gualtieri
| Categoria: Sport
STAMPA

Le evidenti difficoltà dimostrate dall'Olympia, nelle prime  due gare, Matese e Campobasso,  inducono il pubblico Agnonese ad assumere un atteggiamento di sfiducia nei confronti della squadra locale.
 Sì  vero, i risultati negativi che sono venuti fuori nelle due gare precedenti,  non sono  stati confortanti e non danno spazio a  prospettive future che possano lasciare immaginare  un percorso agevole.

Dare giudizi negativi nell'immediato non è  corretto, le valutazioni vanno fatte considerando  tutte le attenuanti che questa squadra ha:
Gruppo che si allena da appena 15 gg. 
Gruppo completamente rinnovato.
Gruppo composto da ragazzi  dove il più avanti con l'età  ha 22 anni.
Gruppo non ancora definito nel suo insieme.
Gruppo da impegno economico  modesto.
La due gare che l'hanno vista soccombere con passivi umilianti  in realtà sono stati  i primi banchi  di prova in assoluto, che si sono dovuti affrontare  nell'immediato.

La costruzione di una squadra richiede i sui tempi ed essendo che quest'anno si è  partiti in notevole  ritardo, credo che si debba dare a tutte quelle persone che si stanno adoperando e sacrificando, il tempo necessario per essere sottoposti a considerazioni  negative. Certo è  innegabile quest'anno  non sarà  una passeggiata, verranno ancora giornate non piacevoli come quelle precedenti, ma comunque l'iniziativa  intrapresa va sostenuta e incoraggiata. 

Domenica l'Oympia affronterà sul terreno del civitelle  il Notaresco, squadra allestita per essere protagonista in questo campionato. Volendo oggi fare un confronto  virtuale, prendendo a campione i due budget economici programmati, ne usciremmo sicuramente perdenti. Gli obiettivi stagionali programmati dalla società sono mirati a perseguire la permanenza nella categoria, avendo ben  presente  tutte le difficoltà che si dovranno affrontare, protocolli COVID-19 compresi,  oltre alla  solerte opera di alcuni  vigilantes della Domenica, pronti ad accanirsi terapeuticamente per  qualche virgola mancante  nell'operato della società sulle norme anticovid. Sottoponendo la stessa ad un ulteriore dispendio economico, sanzionandola con una multa abbastanza esosa  per le attuali disponibilità.
Se vogliamo che  si continui ancora a fare sport, dobbiamo tutti avere ben presente le realtà con le quali ci confrontiamo. Fare un campionato, richiede, lavoro e  impegno costante di persone, che giornalmente, con il loro sacrificio,inteso in senso lato, fanno sì che la domenica si concretizzi con la gara. 
Fatte le dovute considerazioni, cerchiamo di stare con la squadra sostenendola nelle difficoltà, che in questa fase iniziale sta incontrando.

Lucio Gualtieri

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK