Concorso: Assunzione a tempo indeterminato di 1 dirigente medico, disciplina medicina, da assegnare all'ospedale di Agnone

| Categoria: Attualità
STAMPA

CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI –ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI N. 1 DIRIGENTE MEDICO – DISCIPLINA DI MEDICINA INTERNA DA ASSEGNARE PRESSO IL PLESSO OSPEDALIERO DI AGNONE -

In esecuzione del Provvedimento del Direttore Generale n. _________del ________________, è indetto Concorso Pubblico per titoli ed esami finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato di n.1 Dirigente Medico – Disciplina di Medicina Interna da assegnare presso il Plesso Ospedaliero di Agnone - La graduatoria di merito verrà, altresì, utilizzata per la copertura dei posti che si renderanno vacanti nel biennio successivo alla sua formale approvazione. In caso di assunzione a tempo indeterminato dei candidati utilmente collocati nella graduatoria di merito, permane il vincolo di permanenza biennale presso la ASReM quale sede di prima nomina.

Ai sensi della normativa vigente viene emanato il presente bando di concorso per la presentazione, da parte degli interessati, di apposita domanda in carta semplice che dovrà essere inviata alla A.S.Re.M. - Direttore Generale, Via U. Petrella, n. 1, 86100 Campobasso, entro e non oltre il trentesimo giorno successivo a quello della data di pubblicazione dell’estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale IV serie speciale concorsi ed esami, a pena di esclusione – esclusivamente a mezzo pec-all’indirizzo di posta certificata : asrem@pec.it Ai sensi dell’art. 6 DPR 483/97 il presente bando verrà integralmente riportato anche sul Bollettino Ufficiale della Regione Molise e sul sito Asrem : www.asrem.org AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE : cliccando sul seguente percorso : -bandi e concorsi – A norma dell’art. 7, comma 1, del D.Lgs. 30/03/2001, n. 165 e ss.mm.ii., è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro. In conformità a quanto previsto dal Provvedimento del Direttore Generale ASREM n. 365 dell’1/04/2014, dovrà essere, inoltre, allegata, la ricevuta del versamento di € 5,00 non rimborsabile, quale tassa di partecipazione al concorso; il versamento potrà essere effettuato sul conto :

BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA – IBAN IT 03 B0538703800000000536260 INTESTATO ALL’AZIENDA SANITARIA REGIONALE DEL MOLISE indicando quale causale del versamento il numero del provvedimento del Direttore Generale e la disciplina alla quale si partecipa. REQUISITI DI AMMISSIONE Possono inoltrare istanza coloro che possiedono i seguenti requisiti :

1. Cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea. Ai sensi dell’art. 38 D. Lgs. 165/2001 e s.m.i. possono, altresì, partecipare : - i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno e del diritto di soggiorno permanente; - i cittadini di paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;

2. Idoneità fisica all’impiego. L’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego, con l’osservanza delle norme in tema di categorie protette, è effettuato a cura dell’ ASReM, prima dell’immissione in servizio.

Data la natura dei compiti previsti per i posti a concorso, agli effetti della legge 28/03/1991 n. 120; 3. Laurea in Medicina e Chirurgia; 4. Specializzazione in Medicina Interna, ovvero in una delle discipline riconosciute equipollenti, o affini ai sensi del D.M. 30/01/1998 e DM 31/01/1998 e ss.mm.ii.; 2 5. Iscrizione all’ Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi.

L’iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione al concorso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio; Ai sensi : dell’art. 1, commi 547, 548 e 548 bis, della legge 30 dicembre 2018, n.145 e ss.mm.ii.; della Legge 25 giugno 2019, n.60, di conversione con modificazioni del D.L. 30 aprile 2019 n.35; dell’art.5- bis del D.L. 30 dicembre 2019, n.162, convertito con modificazioni in Legge 28.02.2020 n.8; ove si dispone specificatamente che: -

a partire dal terzo anno del corso di formazione specialistica, i medici e i medici veterinari regolarmente iscritti sono ammessi alle procedure concorsuali per l’accesso alla dirigenza del ruolo sanitario nella specifica disciplina bandita e collocati, all’esito positivo delle medesime procedure, in graduatoria separata; -

l’eventuale assunzione a tempo indeterminato dei medici specializzandi, risultati idonei e utilmente collocati nelle relative graduatorie, è subordinata al conseguimento del titolo di specializzazione e all'esaurimento della graduatoria dei medici già specialisti alla data di scadenza del bando. Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione al concorso. DOMANDE DI AMMISSIONE Le domande di ammissione al concorso si considerano prodotte in tempo utile se :

 inviate entro il termine stabilito tramite casella personale di posta elettronica certificata (PEC) – intestata al candidato – esclusivamente in un unico file formato PDF - al seguente indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) della ASReM : asrem@pec.it

 ( L’ indirizzo della casella PEC del mittente deve essere obbligatoriamente riconducibile, univocamente, all’ aspirante candidato ). Il ritardo nella presentazione delle domande, quale ne sia la causa, anche se non imputabile al candidato, comporta la non ammissibilità al concorso. Il termine fissato per la presentazione delle domande è perentorio e pertanto non è ammessa la presentazione di documenti oltre la scadenza del termine per l’invio delle domande ed è priva di effetto la riserva di presentazione successiva eventualmente espressa dal candidato. Nella domanda di partecipazione è necessario specificare l’indirizzo di domicilio presso il quale effettuare le comunicazioni relative al concorso. Il candidato dovrà apporre la firma in calce alla domanda.

La ASReM non assume responsabilità alcuna nel caso di irreperibilità presso l’indirizzo comunicato, né per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente, oppure da mancata o tardiva comunicazione della variazione dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, caso fortuito o forza maggiore.

Nella domanda di partecipazione (che deve contenere l’indicazione esatta del concorso cui si riferisce) gli aspiranti devono obbligatoriamente dichiarare, sotto la loro personale responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 DPR 445/2000 e dell’art. 15 della legge 183/2011, consapevoli delle sanzioni penali previste dall’art. 76 DPR 445/2000 per il caso di dichiarazioni mendaci e falsità in atti :  Cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza;  Cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’Unione Europea. Ai sensi dell’art. 38 D. Lgs. 165/2001 e s.m.i. possono, altresì, partecipare : - i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno e del diritto di soggiorno permanente e di essere in possesso dei requisiti di cui al punto 6; 3 - i cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria e di essere in possesso dei requisiti di cui al punto 6;

 Il Comune o Stato estero di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

 Le eventuali condanne penali riportate e i procedimenti penali in corso (la dichiarazione va resa anche se negativa);  Il possesso dei titoli di studio richiesti ai punti 3), 4), 5), (nella dichiarazione dei titoli di studio posseduti deve essere indicata la data esatta del conseguimento e della sede, la denominazione completa dell’Istituto presso il quale sono stati conseguiti nonché, nel caso di conseguimento all’estero, degli estremi del riconoscimento rilasciato dalle autorità competenti con il quale ne è stato disposto il riconoscimento in Italia);

 posizione nei riguardi degli obblighi militari (per i soggetti nati entro il 31/12/1985), nonché il periodo di effettuazione e le mansioni svolte;

 I servizi prestati come dipendenti presso pubbliche amministrazioni ed eventuali cause di risoluzione dei precedenti rapporti di pubblico impiego;  Il possesso dei requisiti specifici per la copertura del posto e precisamente: I titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze e preferenze previsti dall’art. 5 del D.P.R. 09/05/1994 n. 487, e ss.mm.ii.;

 Che le dichiarazioni rese siano documentabili;

 Il domicilio presso il quale devono essere fatte, ad ogni effetto, le comunicazioni riguardanti il presente Concorso (in caso di mancata indicazione sarà ritenuta valida la residenza di cui al primo punto); Il candidato portatore di handicap può specificare nella domanda di partecipazione, ai sensi di quanto previsto dall’art. 20 della legge 5/2/1992 n. 104, l’ausilio necessario per l’espletamento delle prove in relazione al proprio handicap, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi.

DICHIARAZIONE RELATIVA AL POSSESSO DEI REQUISITI SPECIFICI DI PARTECIPAZIONE Nella domanda di partecipazione al concorso i candidati devono dichiarare il possesso dei requisiti specifici di partecipazione, costituiti dai titoli indicati in seguito, mediante apposita dichiarazione sostitutiva:

 Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia;

 Specializzazione in Medicina Interna, ovvero in una delle discipline riconosciute equipollenti, o affini ai sensi del D.M. 30/01/1998 e DM 31/01/1998 e ss.mm.ii..; ( Il titolo di studio conseguito all’estero deve aver ottenuto, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione alla presente procedura, il riconoscimento di equipollenza al titolo italiano rilasciato dalle competenti autorità);

 Iscrizione all’ Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi. L’iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione al concorso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio;

 Ai sensi : o dell’art. 1, commi 547, 548 e 548 bis, della legge 30 dicembre 2018, n.145 e ss.mm.ii.; o della Legge 25 giugno 2019, n.60, di conversione con modificazioni del D.L. 30 aprile 2019 n.35; o dell’art.5-bis del D.L. 30 dicembre 2019, n.162, convertito con modificazioni in Legge 28.02.2020 n.8; - ove si dispone specificatamente che: -

a partire dal terzo anno del corso di formazione specialistica, i medici e i medici veterinari regolarmente iscritti sono ammessi alle procedure concorsuali per l’accesso alla dirigenza del ruolo sanitario nella specifica disciplina bandita e collocati, all’esito positivo delle medesime procedure, in graduatoria separata; 4 -

l’eventuale assunzione a tempo indeterminato dei medici specializzandi, risultati idonei e utilmente collocati nelle relative graduatorie, è subordinata al conseguimento del titolo di specializzazione e all'esaurimento della graduatoria dei medici già specialisti alla data di scadenza del bando.

ALTRE DICHIARAZIONI La dichiarazione in merito ai documenti e titoli, ulteriormente posseduti dal candidato rispetto ai requisiti di cui sopra e dei quali lo stesso chiede la valutazione, deve essere contenuta nel curriculum.

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE Alla domanda deve essere obbligatoriamente allegato quanto segue:

1. Curriculum formativo e professionale datato e firmato, redatto in carta libera;

2. Elenco in carta libera, datato e firmato, di eventuali documenti presentati, numerati progressivamente in relazione al corrispondente titolo;

3. Eventuali pubblicazioni di cui il candidato è autore/coautore, attinenti al profilo oggetto del concorso, devono essere edite a stampa e pertanto essere comunque presentate, avendo cura di evidenziare il proprio nome. E’ammessa la presentazione di copie, purchè il candidato, mediante dichiarazione sostitutiva resa secondo le modalità specificate, dichiari che le stesse siano conformi all’originale. E’altresì ammessa la presentazione, in luogo degli originali e/o delle copie, di CD (o altro supporto digitale) contenente i file delle pubblicazioni in formato PDF;

4. Fotocopia di un documento di identità in corso di validità. 5. Il consenso al trattamento dei propri dati personali compresi quelli sensibili, ai fini dell’avviso e successivamente, nella eventualità di costituzione del rapporto di lavoro, per finalità di gestione del rapporto stesso, come previsto dal D.Lgs. 30.06.2003, n. 196.

 Nella domanda di partecipazione i concorrenti devono indicare il possesso dei requisiti specifici richiesti, nonché tutte le situazioni relative a stati, qualità personali e fatti che ritengono utili agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria. I titoli NON conseguiti presso la Pubblica Amministrazione o presso gestori di pubblici servizi devono essere prodotti in originale o copia autenticata ai sensi di legge ovvero autocertificati nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente.

Per consentire la corretta valutazione dei titoli è necessario che l’autocertificazione contenga tutti gli elementi relativi a modalità e tempi dell’attività espletata che verrebbero indicati se il documento fosse rilasciato dall’ente competente. Non si terrà conto dei titoli che non siano chiaramente identificabili. Per coloro che effettuano autocertificazioni viene sottolineato che, ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. n. 445/2000, fermo restando le sanzioni penali previste per dichiarazioni mendaci e falsità negli atti, qualora dal controllo effettuato dall’amministrazione emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. Si precisa che, nel caso in cui il candidato autocertifichi servizi svolti, lo stesso dovrà specificare:

 Denominazione dell’Ente presso il quale è stata svolta l’attività;  periodo completo con data di inizio e fine rapporto di lavoro;

 profilo professionale e posizione funzionale;

 tipologia del rapporto di lavoro (dipendente a tempo determinato o indeterminato, libero professionista, socio lavoratore etc.);

 impegno orario settimanale. 5 Poiché la firma sulla domanda di ammissione al Concorso, ai sensi della normativa vigente, non deve essere autenticata, il candidato dovrà allegare alla domanda stessa copia del proprio documento personale di identità. L’ASREM è tenuta a effettuare gli idonei controlli previsti dall'art. 71 DPR 445/2000 e s.m.i., anche a campione ed in tutti i casi in cui sorgano fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive ed a trasmetterne le risultanze all'autorità competente.

MODALITÀ DA SEGUIRE PER LE DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE le dichiarazioni relative al titolo di studio, abilitazione, etc., devono indicare la struttura presso la quale sono stati conseguiti i relativi diplomi, nonché la data di conseguimento, la votazione riportata e la durata del corso. Il titolo di studio conseguito all'estero, deve avere ottenuto, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso, il riconoscimento al titolo italiano rilasciato dalle competenti autorità. Nelle dichiarazioni inerenti i servizi prestati, l'interessato è tenuto a specificare: l'esatta denominazione e l'indirizzo dell'ente presso il quale il servizio è prestato; la natura giuridica del rapporto di lavoro (dipendente, libera professione, etc.); se trattasi di rapporto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato, a tempo pieno o a tempo parziale (in questo caso specificare la percentuale o il numero di ore settimanali); categoria e profilo professionale; periodo di servizio effettuato (giorno, mese e anno di inizio e di cessazione), nonché eventuali periodi di interruzione del rapporto e loro motivo; posizione in ordine al disposto di cui all'art. 46 DPR 761/1979, con precisazione della misura dell'eventuale riduzione del punteggio di anzianità, per i servizi prestati presso il SSN; motivo di cessazione del rapporto.

Per i periodi di servizio prestati all'estero o presso organismi internazionali, valutabili nei titoli di carriera ai sensi dell’art. 23 DPR 483/1997, occorre che gli interessati specifichino, oltre a tutte le informazioni di cui al punto precedente, anche il riconoscimento al servizio italiano, rilasciato dalle autorità competenti ai sensi della normativa vigente, che deve essere ottenuto entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande. I periodi di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi, di ferma volontaria e di rafferma, valutabili nei titoli di carriera ai sensi dell'art. 20, comma 2, D.P.R. 10.12.1997 n. 483 indicando, oltre all'esatto periodo di servizio prestato, anche se il servizio stesso sia stato svolto o meno come Dirigente Medico.

Per le attività svolte in regime di libera professione o di collaborazione coordinata e continuativa o a progetto è necessario che il candidato specifichi: l'esatta denominazione e indirizzo del committente, il profilo professionale e l'eventuale disciplina di inquadramento, la struttura presso la quale l'attività è stata svolta, la data di inizio della collaborazione e l'eventuale data di termine della stessa, l'impegno orario settimanale e/o mensile, l'oggetto del contratto o del progetto e l'apporto del candidato alla sua realizzazione.

Per le dichiarazioni relative ai servizi prestati presso case di cura, è necessario che l'aspirante indichi con chiarezza se la struttura è o meno accreditata o convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale. Per le dichiarazioni relative ai servizi prestati alle dipendenze degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) è necessario che l'aspirante indichi l'esatta denominazione dell'Istituto, la sede e la relativa natura giuridica (se pubblica o privata). Per le dichiarazioni relative alla frequenza di corsi di aggiornamento: denominazione dell'ente che organizza il corso, sede di svolgimento, data/e di svolgimento, numero di ore formative effettuate e se trattasi di eventi con verifica finale; per le dichiarazioni relative ad incarichi di docenza conferiti da enti pubblici: denominazione dell'ente che ha conferito l'incarico, oggetto/materia della docenza e ore effettive di lezione svolte.

AMMISSIONE - ESCLUSIONE DAL CONCORSO L'elenco dei candidati ammessi a sostenere le prove del concorso sarà pubblicato sul sito internet www.asrem.org. 6 L'eventuale esclusione dei candidati che, in base alle dichiarazioni contenute nelle domande ed alla documentazione a queste allegate, non risultino in possesso dei requisiti prescritti nonché di quelli le cui domande risultino irregolari o pervenute fuori dei termini iniziale e finale o da indirizzo di posta elettronica certificata non personale, è disposta con Provvedimento del Direttore Generale. Ai candidati esclusi sarà data comunicazione, mediante posta elettronica certificata e/o raccomandata con ricevuta di ritorno nei termini previsti dalla normativa vigente.

COMMISSIONE ESAMINATRICE La Commissione esaminatrice del presente concorso verrà nominata, ai sensi dell'art. 5, 25 e 29 del DPR 483/97. Ai sensi del terzo comma dell'art. 6 del D.P.R. 483/97, il sorteggio dei componenti della commissione esaminatrice avverrà presso la sede dell'Ufficio concorsi di ASREM — UOC Risorse Umane – Via Ugo Petrella, 1 86100 Campobasso - alle ore 10,00, (dieci) del decimo giorno successivo alla data di scadenza del presente bando. Nel caso in cui, sempre in tale giorno, risulti assente uno dei membri della Commissione di sorteggio, ovvero nel caso in cui i componenti sorteggiati non accetti la nomina o risultino incompatibili con la funzione, si procederà a nuovi sorteggi che si effettueranno, nello stesso luogo ed alla stessa ora sopra indicati, ogni primo e quindicesimo giorno del mese fino a che non verrà completata la Commissione esaminatrice del concorso. Nel caso in cui uno dei giorni come sopra determinati cada di sabato o in un giorno festivo, il sorteggio avrà luogo il primo giorno successivo non festivo, sempre alla medesima ora.

PUNTEGGIO TITOLI E PROVE DI ESAME Ai sensi dell'art.27 del DPR 483/97 il punteggio a disposizione della Commissione per la valutazione dei titoli e delle prove d'esame sono così ripartiti: o 20 punti per i titoli o 80 punti per le prove di esame I punti per i titoli sono così ripartiti:

 titoli di carriera  titoli accademici e di studio pubblicazioni e titoli scientifici  curriculum formativo e professionale • max punti 10 max punti 03 max punti 03 max punti 04 I punti per le prove di esame sono così ripartiti:  prova scritta max punti 30

 prova pratica max punti 30  prova orale max punti 20 I titoli saranno valutati, dalla Commissione esaminatrice, ai sensi delle disposizioni contenute negli artt.11, 20, 21, 22, 23 e 27 del DPR 483/97 e dai criteri di valutazione dei titoli parte integrante e sostanziale del presente Bando di seguito specificati. Le prove di esame verteranno sui seguenti argomenti:  Prova scritta: relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti la disciplina messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa;

 Prova pratica: tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso.

 Prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire. 7 La durata delle singole prove e le modalità di svolgimento delle stesse sono stabilite dalla Commissione con l'osservanza delle norme e secondo le modalità di cui agli arti. 9 e seguenti del DPR 483/97 e ss.mm.ii.. Il superamento di ciascuna delle previste prove scritta e pratica è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30. Il superamento della prova orale è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 14/20.

CRITERI DI VALUTAZIONE DEI TITOLI - DPR 10 dicembre 1997, n.483 - DIRIGENZA MEDICA TITOLI PUNTI 20 Art. 27 comma 1,2,3 TITOLI DI CARRIERA punti 10,00 TITOLI ACCADEMICI E DI STUDIO punti 3,00 PUBBLICAZIONI E TITOLI SCIENTIFICI punti 3,00 CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE punti 4,00 TITOLI DI CARRIERA ( cfr. art.27 comma 4 DPR n. 483/1997) punti 10,00 a) Servizi prestati presso le Aziende Sanitarie o le Aziende ospedaliere o Servizi equipollenti ai sensi degli articoli 22 e 23 :

1. Servizio nel livello dirigenziale a concorso, nella disciplina o equipollente, per anno punti 1,00

2. Servizi in disciplina affine ovvero in altra disciplina da valutare con punteggi di cui sopra, ridotti rispettivamente del 25 e del 50 per cento;

3. Attività ambulatoriale valutata come disposto dall’art.21 D.P.R. n. 483/97 b) Servizio di ruolo quale medico presso pubbliche Amministrazioni nelle varie qualifiche, secondo i rispettivi ordinamenti, per anno punti 0,500 TITOLI ACCADEMICI E DI STUDIO ( cfr. art. 27 comma 5,6, e 7 DPR n. 483/1997) punti 3,000

a) Specializzazione nella disciplina oggetto del concorso e/o equipollente punti 1,000

b) Specializzazione nella disciplina affine punti 0,500 c) Specializzazione in altra disciplina punti 0,250 d) Altre specializzazioni di ciascun gruppo da valutare con i punteggi di cui sopra, ridotti del 50%;

e) Altre lauree, oltre quella richiesta per l’ammissione al concorso, comprese tra quelle previste per l’appartenenza al ruolo sanitario, per ognuna (fino ad un massimo di punti 1,00) 0,5 Non è valutabile la specializzazione fatta valere come requisito di ammissione - Solo le specializzazioni conseguita ai sensi del D.Lgs. 8 agosto 1991 n. 257 e D.Lgs. 17/8/1999 n. 368 art. 45, anche se fatte valere come requisito di ammissione, saranno valutate con uno specifico punteggio pari a 0,5 per anno di specializzazione (tale specializzazione sarà valutata come conseguita a seguito di corso della durata di anni quattro (4), qualora non sia rilevabile dalla documentazione e/o dall’eventuale autocertificazione la durata effettiva del corso stesso).

PUBBLICAZIONI E TITOLI SCIENTIFICI punti 3,000 La valutazione delle pubblicazioni e dei titoli scientifici deve avvenire in conformità a quanto previsto dagli artt. 27 comma 8 e art. 11 comma 1/ lett. B del DPR n. 483/1997.

8 CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE art. 11 comma 1 lett. C e art. 27 comma 8 DPR N. 483/1997 punti 4,000 La valutazione del Curriculum formativo e professionale deve avvenire in conformità all’ art. 11 comma 1 lett. C e art. 27 comma 8 DPR N. 483/1997. Si determinano, inoltre, i seguenti criteri generali per la valutazione curriculum formativo e professionale :

1. i servizi saranno valutati fino alla data di scadenza del bando, termine per la presentazione delle domande;

2. le pubblicazioni saranno oggetto di valutazione solo se alla domanda viene allegato il testo; 3. non saranno valutati titoli non attinenti; 4. saranno valutati i contratti libero professionali e Co.Co.Co. solo successivi alla specializzazione;

5. non saranno valutate le certificazioni recanti correzioni e/o abrasioni non convalidate; 6. non saranno valutati certificati puramente laudativi;

7. non saranno valutate certificazioni di servizio che non indichino chiaramente la qualifica ricoperta e la durata del servizio stesso;

8. è necessario precisare l’esistenza dell’accreditamento o delle convenzioni con il S.S.N. da parte di Case di cura o Enti privati sanitari, per rendere possibile la valutazione del periodo di lavoro ai fini del presente avviso;

9. non saranno valutati titoli conseguiti in data antecedente al conseguimento del diploma di laurea;

10. il servizio militare prestato nella qualifica a concorso, ai sensi dell’art. 22 della Legge 24/12/1986 n. 598, è equiparato al servizio prestato nella posizione funzionale iniziale;

11. Verranno valutate solo le autocertificazioni che contengono dati precisi e puntuali delle attività e titoli autocertificati.

DIARIO DI ESAME La data e la sede della prova scritta verranno comunicate ai candidati ammessi, almeno quindici giorni prima della data della prova, tramite PEC. Ai candidati che conseguono l'ammissione alle prove successive, pratica e orale, verrà data comunicazione con l'indicazione del voto riportato nella prova precedente. L'avviso di presentazione alla prova pratica ed orale sarà dato ai candidati almeno venti giorni prima di quello in cui debbono sostenerla. In relazione al numero dei candidati la commissione può stabilire la effettuazione della prova orale nello stesso giorno di quello dedicato alla prova pratica. In tal caso, la comunicazione dell'avvenuta ammissione alla prova stessa sarà dato al termine dell'effettuazione della prova pratica. I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di esame nel giorno, ora e sede stabiliti saranno considerati rinunciatari al concorso quale sia la causa dell'assenza, anche indipendente dalla loro volontà. Per essere ammessi a sostenere le prove di esame i candidati dovranno esibire, a pena di esclusione, documento di riconoscimento in corso di validità. L'Ente non assume alcuna responsabilità nel caso di dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato, oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

GRADUATORIA 9 La Commissione, al termine delle prove d'esame, formula la graduatoria generale di merito e la trasmette al competente ufficio della UOC Risorse Umane ASReM per i successivi adempimenti di competenza. E' escluso dalla graduatoria generale di merito il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove di esame, la prevista valutazione di sufficienza. La graduatoria generale di merito dei candidati è formata secondo l'ordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato. Verranno applicate, a parità di punteggio, le norme vigenti in materia di preferenza e precedenza previste dall'art. 5 del D.P.R. n. 487/1994 e ss.mm.ii. Qualora, a conclusione delle operazioni di valutazione dei titoli preferenziali, due o più candidati conseguano pari punteggio, la preferenza è determinata dall'età nel modo stabilito dalle vigenti disposizioni di legge. La graduatoria di merito viene pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Molise e sul sito ASREM e sarà utilizzata per la copertura dei posti che si renderanno vacanti nel biennio successivo all’approvazione della stessa con atto formale. L’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego sarà effettuato a cura dell’Azienda prima dell’immissione in servizio.

MODALITA' DI CHIAMATA PER ASSUNZIONE I candidati utilmente classificati e chiamati a ricoprire il posto di lavoro riceveranno apposita comunicazione da parte della ASREM attraverso una delle seguenti modalità decisa ad insindacabile giudizio della ASREM: - posta elettronica certificata (per i candidati provvisti di PEC indicata nella domanda di partecipazione al bando; -raccomandata AR o raccomandata 1; -e-mail; -telegramma

COSTITUZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO Il rapporto di lavoro si costituirà mediante stipula di contratto individuale di assunzione. La stipula dei contratti individuali di lavoro è di competenza dell’UOC Risorse Umane della ASReM.

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Ai sensi della normativa vigente, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso le UU.OO. ASREM per le finalità di gestione del concorso e saranno trattati presso una banca dati automatizzata, eventualmente anche successivamente in caso d'instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l'esclusione dal concorso. Il titolare del trattamento dei dati è il Direttore Generale. Il responsabile del trattamento dei dati è il Dirigente preposto alla Struttura Gestione delle Risorse Umane. L'interessato potrà far valere

RESTITUZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE PRESENTATA La documentazione allegata alla domanda potrà essere restituita ai candidati, previa specifica richiesta. I candidati che hanno sostenuto le prove (anche se collocati in graduatoria) potranno richiedere la restituzione dei documenti solo dopo il 120° giorno dalla data di esecutività del provvedimento di approvazione della graduatoria. In caso di eventuali ricorsi dinanzi al competente organo, la restituzione potrà avvenire solo dopo l'esito di tali ricorsi. La restituzione dei documenti potrà avvenire anche prima della scadenza del suddetto termine, per il candidato non presentatosi alle prove d'esame, ovvero, per chi, prima dell' insediamento della Commissione esaminatrice, dichiari espressamente di rinunciare alla partecipazione al concorso. 10 Nel caso in cui la restituzione avvenga tramite il servizio postale, le spese saranno a totale carico degli interessati. Alla procedura di scarto della documentazione relativa alla procedura concorsuale, ad eccezione degli atti oggetto di contenzioso, che saranno conservati fino all'esaurimento del contenzioso stesso, si applicano le indicazioni previste dal massimario di scarto del materiale documentario in uso presso l’ASREM. NORME DI SALVAGUARDIA Per quanto non previsto dal bando si fa riferimento alle disposizioni di legge, regolamentari e contrattuali in vigore. La partecipazione al concorso presuppone l'integrale conoscenza ed accettazione, da parte dei candidati, delle norme di legge e disposizioni inerenti l'assunzione del personale presso il Servizio Sanitario Nazionale, delle modalità, formalità e prescrizioni relative ai documenti ed atti da presentare. Avverso il presente bando è proponibile ricorso avanti ai competenti organi entro centoventi giorni dalla sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Molise.

L’ASREM si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di modificare, prorogare, sospendere o revocare il presente bando qualora ricorrano motivi di pubblico interesse o disposizioni di legge. Per eventuali chiarimenti ed informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi all'Ufficio Concorsi dell’ASREM – UOC Risorse Umane – Via Ugo Petrella, 1 86100 Campobasso - Pec: asrem@pec.it La graduatoria di merito viene pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Molise e sul sito ASREM e sarà utilizzata per la copertura dei posti che si renderanno vacanti nel biennio successivo all’approvazione della stessa con atto formale. Per quanto non previsto nel presente Avviso si fa riferimento alla normativa vigente in materia. La partecipazione all’ avviso implica da parte del concorrente l’accettazione senza riserve di tutte le disposizioni di legge vigenti in materia e di quelle stabilite dal presente bando.

Il Direttore Generale Avv. Oreste FLORENZANO

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK