Chiusura 1°Camp TIF. Consigliere Marcovecchio: Lodevole iniziativa, il calcio agnonese deve guardare verso il vicino Castel Di Sangro

| di Maria Carosella
| Categoria: Sport
STAMPA

Ieri  24 luglio ad Agnone si è svolta la manifestazione di chiusura del  1° Camp TIF organizzato da Mister Pietro Donadio di Roma e dal suo qualificato staff.  I mister hanno guidato i ragazzi nell'apprendimento di una nuova tecnica calcististica  ideata dallo stesso mister Donadio I ragazzi partecipanti sono stati 35  di età compresa tra gli otto e i quattordici anni, provenienti dal Lazio, Abruzzo e Molise. Il Camp ha avuto molto successo e ha dato ad Agnone  e a tutto il territorio alto molisano visibilità e ha contribuito all'incremento della microeconomia locale. La cerimonia si è conclusa con la consegna degli attestati di partecipazione.Presenti alla cerimonia il Sindaco Daniele Saia, il consigliere con delega allo sport Franco Marcovecchio, il dott di Nucci titolare del caseificio Di Nucci che ha dato un piccolo cadeau di caciocavallo a tutti i ragazzi. Presente Fernando Sica storico dirigente del settore giovanile dela Polisportiva Olympia Agnone, il Presidente Mario Russo ha inviato il suo saluto perchè impegnato in altra sede.

Gli inerventi del sindaco e del consigliere con delega allo sport hanno posto l'accento sull'importanza delle manifestazioni sportive nel settore del turismo e a tal proposito il consigliere Marcovecchio ha detto:

"Come presidente uscente della polisportiva e come consigliere comunale,invito i sindaco a  puntare verso questo tipo di manifestazioni sportive anzichè sul calcio giocato del semi- professionismo.  Queste manifestazioni sono uno dei mezzi reali per incrementare il turismo. Bisogna guardare  al nostro vicino, Castel di Sangro che dopo aver perso le squadre importanti del professionismo, ha mantenuto un grande impianto sportivo  di calcio, ad alto livello dove ci sono ritiri a livello nazionale."  Il consigliere Marcovecchio faceva riferimento al  Centro Federale Territoriale in Abruzzo avviato dalla FIGC e dal Settore Giovanile e Scolastico nel 2015. Lo stadio ‘Teofilo Patini’ di Castel di Sangro è il primo polo di eccellenza per la formazione tecnico-sportiva di giovani calciatori e calciatrici di età compresa tra i 12 e i 14 anni, che vengono seguiti da tecnici federali sia sul campo con allenamenti specifici e coinvolti anche in Workshop e altre attività. Il centro federale di Castel Di Sangro ha ospitato in piu' occasioni i giocatori della polisportiva agnonese. Nel Molise il Centro federale non esiste ad oggi, ma e' in via  di completamento. nella zona di Fossalto (CB)  

L a buona proposta del consigliere Marcovecchio dovrebbe trovare tavoli di confronto per una completa elaborazione, certo non si tratterebbe di un centro federale ma sicuramente si possono ipotizzare alternative valide

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK