Carabinieri e Ministero Istruzione, oggi l’evento “Sentinelle della biodiversità” nella riserva naturalistica statale “Montedimezzo”

| Categoria: Territorio
STAMPA

Arma dei Carabinieri e scuola insieme per un’alleanza educativa all’insegna dei valori della sostenibilità. In questo solco si è svolto, oggi, l’evento “Sentinelle della biodiversità”, presso la riserva naturalistica statale “Montedimezzo” a Vastogirardi (Is), sede del locale Reparto Carabinieri biodiversità, iniziativa che vuole essere la risposta a quell’invito che giunge dalla “Laudato si’” di “collaborare per custodire la nostra casa comune, affrontando insieme le sfide che ci interpellano”.

Per l’occasione, il comandante generale dei Carabinieri Teo Luzi, a testimoniare il grande impegno dell’Arma nella tutela ambientale, ha affidato il conferimento del titolo di “sentinelle della biodiversità” a centocinquanta studenti delle scuole di ogni ordine e grado provenienti dal Molise e da altre parti d’Italia. L’evento si colloca nell’ambito dell’accordo sottoscritto tra il Ministero dell’Istruzione e l’Arma per lo svolgimento di attività legate al “Piano Scuola Estate”. All’interno dell’evento “Sentinelle della Biodiversità” le scuole molisane si sono cimentate, con esercitazioni, esibizioni e dimostrazioni sui temi della salvaguardia del creato, avendo come bussola l’Agenda 2030.
Il comandante generale dei Carabinieri, nel suo intervento, ha rimarcato l’importanza della salvaguardia del creato. “Imparate a contemplare la natura e scoprirete intorno a voi un mondo straordinario che vi aiuterà a trovare pace e serenità con voi stessi e con tutto quello che vi circonda. Tutti insieme possiamo farcela”, ha detto Luzi, rivolgendosi ai ragazzi.
Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, intervenuto in video collegamento per gli impegni con il Governo di questi giorni in vista della riapertura della scuola a settembre in presenza, ha affermato: “La vostra esperienza è l’esempio che la natura e lo Stato sono intimamente connessi per la tutela della biodiversità che è un valore fondante di una comunità, di un Paese che guarda con speranza al futuro. Dal Molise, cuore verde dell’Italia, culla di una civiltà ultra millenaria, un messaggio da lanciare a tutto il Paese per mettere al centro i valori costituzionali come la difesa dell’ambiente e il dovere di solidarietà che dà il senso della condivisione. La scuola non è solo inclusiva, ma anche un presidio di legalità sul territorio, su questo territorio molisano dove la natura emerge con tutta la sua forza. Un grazie di cuore a tutti i bambini, gli studenti, gli insegnanti, le famiglie per aver dare un esempio di una scuola che guarda al futuro con la voglia di ricostruire i rapporti e puntare alla socialità che è la vera sfida che dobbiamo vincere”.
Il direttore dell’Usr Molise, Anna Paola Sabatini, ha sottolineato che “il messaggio comune e condiviso che arriva dalla manifestazione, calcando esattamente la strada indicata da Francesco, è che proprio dai giovani dobbiamo partire per imparare ad abitare il mondo in modo nuovo e quindi a custodire la casa comune”.

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK